Carnevale di Acireale – 4 / La storia del “più bel Carnevale di Sicilia” nella rivista ufficiale della Fondazione

Uno dei carri in concorso

Un grande sforzo editoriale, frutto dell’impegno corale di molti professionisti, da chi appartiene a pieno titolo alla storia del Carnevale acese ai giornalisti, da coloro che operano per il rilancio culturale e turistico della città, ai maestri carristi che da sempre sono i principali protagonisti con le loro opere d’arte.
La rivista ufficiale del “più bel Carnevale di Sicilia”- informa una nota stampa della Fondazione – è un prodotto fortemente voluto da Orazio Fazzio, presidente della Fondazione, dai componenti del consiglio di amministrazione, e dal sindaco di Acireale, Stefano Alì, per costituire non solo una duratura testimonianza del presente, ma anche una testimonianza e un ricordo concreto delle passate edizioni e dei suoi protagonisti. Il coordinamento è stato curato dall’onorevole Angela Foti, che ha sintetizzato efficacemente argomenti, persone, eventi nelle 96 pagine dell’elegante pubblicazione, diffusa in 5.000 copie al prezzo di 10 euro.

 “Questa iniziativa è un ulteriore sforzo della nostra attività iniziata qualche mese fa all’insegna di un nuovo corso, di “un’altra storia”, proiettata verso il futuro”, ha sottolineato Orazio Fazzio. Per Angela Foti “La rivista è un oggetto da collezione, una opportunità di promozione per la città di Acireale, un prodotto editoriale per esaltare il nostro Carnevale e dedicare un doveroso e sincero pensiero a coloro che nei sono stati protagonisti, a cominciare da Giovanni Coco, scomparso prematuramente qualche anno fa.
 Il ricavato nella vendita della rivista sarà devoluto per iniziativa inerenti la stessa organizzazione del Carnevale”. Presente al battesimo del primo numero anche il direttore artistico Giulio Vasta. La rivista può essere acquistata nella sede della Fondazione, via Ruggero Settimo 5, e nei due punti vendita del merchandising del Carnevale, siti in piazza Duomo e piazza Indirizzo.