Scaffale / Presentato ad Aci S. Filippo libro su Ratzinger- Papa Benedetto XVI, di Buonanno e Caruso

Nella settecentesca cornice della Basilica San Filippo d’Agira in Aci San Filippo, alla presenza di un uditorio variegato e devoto, ha avuto luogo la presentazione del volume biografico “Joseph Ratzinger –  Benedetto XVI – Immagini di una vita” (Edizioni San Paolo, 2017), scritto dai giornalisti Maria Giuseppina Buonanno, caposervizio del settimanale “Oggi”, e Luca Caruso, responsabile dell’Ufficio stampa della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger – Benedetto XVI, in occasione dei 90 anni del Papa emerito.
Insieme con gli autori, sono intervenuti: don Alessandro Di Stefano, prevosto parroco della Parrocchia San Filippo d’Agira in Aci San Filippo; monsignor Alfred Xuereb, segretario generale della Segreteria per l’Economia, già segretario dei Papi Benedetto XVI e Francesco; don Giuseppe Costa, salesiano, consigliere della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger – Benedetto XVI, già direttore della Libreria Editrice Vaticana; Pino Occhipinti, teologo, responsabile Area Libri del Gruppo Editoriale San Paolo.
L’evento, fortemente voluto dalla Parrocchia San Filippo d’Agira, è stato impreziosito dagli interventi musicali di Grazia Palazzolo (clarinetto) e Riccardo Emanuele Sapienza (pianoforte).
Il dibattito, moderato dallo stesso Caruso, che ci piace ricordare essere figlio della Diocesi di Acireale, ha rappresentato un viaggio nella vita, nelle opere, e nelle intenzioni di Benedetto XVI: una occasione rara per rivivere fatti ed immagini note al grande pubblico dal punto di vista di chi quelle circostanze le ha vissute in prima persona, al fianco del Pontefice emerito.
Appare chiara, a conclusione di questa narrazione, intervallata dalle letture dell’attore Filippo Brazzaventre, l’immagine di un uomo timido, mite, umile, innamorato della preghiera, dello studio e della scrittura: spesse volte incompreso a causa di una percezione errata di queste qualità, scambiate e propagandate per freddezza, severità, rigore, tradizionalismo e schiva riservatezza.
Nato e battezzato il Sabato Santo del 1927, Benedetto XVI raggiunge il traguardo dei 90 anni nel giorno di Pasqua del 2017 (16 aprile 2107): una coincidenza del tutto simbolica che ci richiama alla mente quanto il suo pensiero teologico ed il suo impegno pastorale siano stati orientati a far risplendere dinanzi agli uomini la luce di Cristo risorto. Mostrare Dio agli uomini ed affermarne il primato dinanzi al rischio drammatico del suo oblio; istillare il desiderio continuo di procedere, come in un cammino, nella ricerca e nella scoperta della verità (il suo motto episcopale è «Cooperatores veritatis», collaboratori della verità); confermare i fedeli nella fede, ovvero farli avvicinare all’incontro con Gesù di Nazareth: sono questi i cardini della missione di Joseph Ratzinger – Benedetto XVI che si sono estrinsecati sia durante l’attività accademica, nutrendo sempre il desiderio di convincere i suoi studenti, senza mai imporsi; sia durante gli otto anni di Pontificato. Nei suoi viaggi, nei suoi innumerevoli discorsi, nelle sue Encicliche e nel suo magistero in genere, nelle sue molteplici pubblicazioni, ha condotto una riflessione interna alla coscienza dell’uomo, analizzando la ragionevolezza della fede, proclamando la bellezza della fede in Dio, dando «testimonianza a Dio che si è fatto uomo, annunciando il Vangelo nella sua integralità, anche quando comportava la perdita di consensi. Da qui l’esortazione ai credenti perché incarnassero i valori evangelici nella loro vita, nelle relazioni, nel lavoro, nell’impegno per il bene comune». Perché ciascuno di noi è il frutto di un pensiero di Dio.
Negli oltre cento volumi di sua produzione, nei suoi discorsi, nelle omelie, sempre attento alla scelta di un linguaggio fortemente ricettivo, ci consegna un patrimonio immenso di pensiero teologico e culturale, dono preziosissimo per la Chiesa Cattolica che non deve avere mai paura di leggere e studiare durante il pellegrinaggio verso la Verità: «Il Signore ci aiuterà!».

Ezio Tosto

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 31 ottobre 2017. Filed under Aci Catena,Chiesa,Comuni,Cronaca,Cultura,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 × 22 =