Acicatena / Presentato oggi in conferenza stampa il programma dei festeggiamenti della patrona Maria SS. della Catena

Nella Cappella del Palazzo Riggio di Campofiorito, in Aci Catena, si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione dei solenni festeggiamenti in onore della patrona della Città, Maria SS della Catena, che si svolgeranno sabato 15 e domenica 16 agosto.
Come si legge in una nota dell’Ufficio comunicazioni sociali, hanno preso parte il prevosto parroco don Carmelo Sciuto, il sindaco Nello Oliveri, il presidente del Consiglio comunale Nando Sapuppo, ed il rappresentante dell’organizzazione dei festeggiamenti, Salvo Bella.
L’emergenza Covid quest’anno vede una festa più sobria ma non per questo meno sentita dai devoti catenoti e non solo. Il prevosto parroco della parrocchia santuario alla quale è dedicatala santa patrona, don Carmelo Sciuto, ha illustrato ai convenuti il programma, riformulato per l’emergenza pandemiologica.
“La festa che ci accingiamo a vivere, nel ventesimo anniversario del nuovo “Manto”, – ha spiegato – dovrà essere un inno di lode al Signore per averci consegnato la Madre come potente mediatrice di grazie, di pace, di concordia, di carità e di giustizia. Alla Vergine della Catena – continua il prevosto – rinnoveremo il nostro grazie con l’atto di consacrazione della città “alla sua regina e patrona” e le chiederemo di continuare a vegliare “sulle sue sorti future perché i figli siano degni del passato dei padri”.
Il sindaco  Nello Oliveri, ringraziando coloro che si sono prodigati nell’organizzazione della festa, ha sottolineato come l’evento religioso rappresenti un momento di unione per la cittadinanza, nonostante quest’anno l’ingresso nei giorni della festa sarà contingentato, nel rispetto delle norme del ministero dell’Interno e della CEI.
Dopo gli interventi del Presidente del Consiglio, che ha elogiato le bellezze della città catenota, e del rappresentate Bella, che ha ringraziato i volontari della comunità, il sindaco ha concluso informando i presenti della prossima realizzazione di un museo, anche multimediale, “Il Principe Riggio racconta il fascino delle terre di Aci”, che vedrà la Cappella del suddetto Palazzo, sede di conferenze.
A motivo delle restrizioni governative per l’emergenza Covid-19, l’accesso in santuario sarà consentito quindici minuti prima delle celebrazioni delle sante Messe ad un numero di fedeli per volta, previa presentazione del biglietto gratuito prenotabile in sacrestia dal 2 agosto o telefonando allo 095801511 e ritirabile presso la segreteria del santuario allestita nei locali del teatro (piazza Matrice, 1) dal 12 al 14 agosto (ore 9-12 e 18-20), il 15 agosto (ore 4-12 e 15-21) e il 16 agosto (ore 6-12 e 15,30-20).
Al termine di ogni s. Messa sarà consentita una permanenza in Santuario di quindici minuti per consentire subito dopo l’igienizzazione delle superfici e l’ingresso dei successivi fedeli. Raggiunto il numero massimo di fedeli, non sarà consentito l’accesso al Santuario così come durante le sante Messe.
L’ingresso in Santuario sarà consentito solo dalla porta centrale, seguendo il percorso esterno indicato e regolato dai volontari della parrocchia.
L’uscita avverrà dalle porte laterali prospicienti le vie Campofiorito e Matrice.
Nella chiesa Badia e all’ingresso della navata della Madonna saranno allestite due postazioni per gli oggetti religiosi e le eventuali offerte.                www.diocesiacireale.it

Print Friendly, PDF & Email