Acireale Calcio / 2-2 contro il Castrovillari

L’Acireale non va oltre il pareggio per 2-2 contro il Castrovillari. Preoccupa Il conflitto tra società e Associazione Noi Siamo AcirealeIl momento è delicato assai, più di quanto sembri. E in un momento così delicato, davanti al rischio che si debba ricominciare dall’inizio. In ballo l’inchiesta della Procura di Enna ma anche, se non soprattutto, il conflitto tra l’Asd Città di Acireale e l’Associazione Noi Siamo Acireale, che potrebbe aprire scenari impensabili. E’ già tanto che la squadra che rappresenta la città di Acireale riesca ancora a fare calcio. Con dignità, dopo le tante traversie della stagione e il ridimensionamento di quel progetto che in estate, ammettiamolo pure, aveva dato la stura ai sogni.

Acireale Calcio / 2-2 contro il Castrovillari: non dispiace la “seconda squadra” che punta sui giovani

Il secondo Acireale della stagione, squadra che, cambiando profondamente le sue sembianze (storia questa che purtroppo si ripete, anno dopo anno), ha dovuto giocoforza mutare profilo e prospettive, non vale certo il primo. Ma è di sicuro squadra dignitosissima e pure simpatica per quel volto giovanile che la caratterizza. Valorizzando gli under, esprime meglio l’anima della categoria. Per il piglio battagliero che la contraddistingue e che la porta a battersi a viso aperto contro qualsiasi avversario, si chiami Acr Messina o Gelbison, Licata o Fc Messina, già all’orizzonte, peraltro. O che si tratti dello stesso Castrovillari visto in campo ieri all’Aci e Galatea. Una formazione che è sembrata valere più di quanto non dica la classifica.

De Felice e La Vardera non bastano

Acireale Castrovillari

A questo Castrovillari, l’Acireale, reduce da due sconfitte di fila e privo di due dei suoi elementi più esperti (Viscomi e Pozzebon), si è opposto con orgoglio e dignità. Ma anche tessendo, nei primi 45’, un gioco di pregevole fattura. Impreziosito con i gol di De Felice (nono bersaglio per il ragazzo napoletano, che cresce a vista d’occhio) e La Vardera. Due dei tanti giovani di buon talento della bella brigata di De Sanzo. Un tecnico di comprovata serietà, misurato nelle parole e negli atteggiamenti. Doppio vantaggio, alla fine del primo tempo, non senza rammarico per le clamorose occasioni mancate dallo stesso De Felice, in un’azione gemella della prima, e da capitan Savanarola.

Il solito Tommaso Bonanno

L’ex Gela, con due gol, spezza il sogno granata. Pur tramortito, il Castrovillari ha avuto il merito di non mollare e, giovandosi delle felici intuizioni del suo tecnico Terranova, è riuscito a rientrare in partita. Bravo Tommaso Bonanno, ex gelese, a firmare i due gol che sono valsi il pari ai calabri. Approfittando prima di un momento di amnesia della retroguardia acese, poi di un’ingenuità di De Pace. 2-2, non senza rammarico.

Giovanni Lo Faro

Print Friendly, PDF & Email