Acireale: Con la “passeggiata di disegno” incanto dal centro al Tocco

Anche Acireale ha ospitato la 4^ passeggiata di disegno dal vivo denominata  “Mediterranean Sketchbook”,  che ha visto la partecipazione di numerosi disegnatori, esperti e non,  provenienti da più parti della Sicilia.
La “Passeggiata di disegno”, ideata dall’architetto catanese Claudio Patanè, porta in Italia un’esperienza nata in America e diffusasi in Europa, partendo da Lisbona, ove Patanè ha lavorato per 3 anni con la moglie Maria Coppolino, la quale lo ha collaborato nell’evento insieme ai colleghi Sebastian Carlo Greco e Sabrina Tosto. maltese 2
L’iniziativa acese è di un gruppo autonomo di lavoro, formatosi su proposta della Confcommercio di Acireale, che vede la partecipazione di numerosi professionisti, esperti nei vari campi, allo scopo di promuovere azioni per la tutela e valorizzazione dei monumenti, della storia, della cultura e del paesaggio di Acireale e, attraverso l’importante risorsa del turismo, incentivare modelli sostenibili di economia locale che porti un benessere diffuso nella comunità. Lo scopo della passeggiata è stato quello di offrire ai partecipanti la possibilità di ritrarre i beni monumentali, paesaggistici ed artistici della città, ma anche momenti di vita quotidiana, attraverso un itinerario  che passava attraverso il centro storico per approdare infine alla Fortezza del Tocco, nelle famose “Chiazzette” che si affacciano sullo splendido tratto di mare che va da Taormina a Capo Molini , proprio di fronte alla Calabria, e lambisce i caratteristici borghi marini di Santa Tecla e Santa Maria La Scala. Al gruppo si sono uniti anche degli stranieri provenienti dalla Scozia, Giordania, Palestina, Spagna, Portogallo, che vivono e lavorano nella nostra città ed hanno colto al volo la possibilità di visitare per un’intera giornata i luoghi caratteristici di Acireale. I partecipanti hanno vissuto momenti molto intensi e stimolanti, anche divertenti, accompagnati in alcuni luoghi dalla musica folcloristica di Franco Pulvirenti con la sua fisarmonica. La visita al museo dell’Opera dei Pupi e alla Pinacoteca Zelantea è stata di notevole gradimento e tutti si sono cimentati a riportare sul taccuino di disegno le opere , i pupi , che più li avevano colpiti. maltese 3Spettacolari i disegni effettuati dal campanile della Cattedrale che domina i tetti del centro storico offrendo una visione dall’alto mozzafiato.Gradita la partecipazione del noto fotografo acese Marcello Trovato che ha immortalato i momenti più significativi della manifestazione mettendoli a disposizione nei social network, contribuendo così a diffondere le immagini dei luoghi più belli del nostro territorio, e quella di Michele Alì, straordinario collezionista ed autore di foto di Acireale, che contribuisce fattivamente alla salvaguardia della nostra identità storica e culturale. Nei momenti di ristoro, attraverso la degustazione dei prodotti tipici locali , i partecipanti non mancavano di ritrarre, oltre ai monumenti, i bicchieri colmi di granita, oppure i famosi arancini, che fanno ormai parte della nostra tradizione culinaria. Nello splendido spiazzo della Fortezza del Tocco, davanti ad un paesaggio incantevole, tutti i partecipanti hanno potuto presentare i loro disegni, raccontando le emozioni, le suggestioni che ciascuno ha vissuto nel contemplare la bellezza. I disegnatori che giungevano dalle diverse province  hanno colto particolari forse inediti, offrendo ai presenti uno “sguardo” nuovo, che molto ha arricchito il racconto della passeggiata e quindi della città.
I due piccoli disegnatori  che hanno partecipato hanno stupito tutti per la qualità dei disegni e la sensibilità manifestata .
La passeggiata, con i relativi disegni, foto e commenti, rilancia l’immagine di una città che vuole uscire dalla crisi puntando su un patrimonio artistico, culturale e paesaggistico, che tanto delizia i turisti e consente ai suoi cittadini di vivere in un contesto urbanistico armonioso e stimolante che però va salvaguardato, goduto e valorizzato.

                                                                                                                                   Orazio Maltese

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email