Acireale / Preghiere e canti nel concerto dedicato alla Madonna nera nel santuario di Loreto

Domenica 20 settembre in occasione della festa della Madonna di Loreto, si è tenuto ad Acireale un concerto in suo onore nel cortile antistante l’omonimo Santuario.
Il bellissimo luogo è da sempre, quasi cinquecento anni, per gli acesi un ritrovo dal punto di vista artistico, spirituale e culturale, spazio che nasce, soprattutto, come sito di silenzio, di preghiera e, soprattutto, di contemplazione.
La serata, organizzata e presentata dalla teologa Letizia Franzone, con il contributo del periodico La Voce dell’Jonio, nato ad Acireale nel 1958 e da poco casa editrice, ha visto anche la presenza del suo direttore Peppino Vecchio e di don Arturo Grasso, direttore dell’Ufficio Comunicazioni sociali  della Diocesi.

Gesuele Sciacca e la moglie Daniela

Altro protagonista della serata il dott. Gesuele Sciacca che, oltre ai canti, ha curato la parte musicale della serata. Si è dato inizio alla serata con il cantante Salvo Greco che ha eseguito l’ “Ave Maria” di Schubert, e altri brani.
A seguire, brani musicati e suonati dal dott. Gesuele Sciacca, accompagnato dalla moglie Daniela, tra cui “Ave Maria” di Fabrizio De Andrè, una poesia dedicata alla Madonna di Loreto e “l’Infinto” di Leopardi.
Interprete straordinario anche  il piccolo Salvo Ezio che a soli sette anni, da talentuoso, suona, canta e compone.
Belle infine le poesie di Gianni Rodari musicate da Salvo Ezio, brani che nella loro semplicità ci spiegano il mondo e la gente che lo abita.

                                                                                                              Mariella Di Mauro

Print Friendly, PDF & Email