Azione Cattolica / La presidente diocesana Annamaria Cutuli: “Costruiamo la pace là dove viviamo”

   Pubblichiamo integralmente la nota emessa dall’Azione Cattolica Diocesana di Acireale, a firma della presidente Annamaria Cutuli, sulla prossima “Giornata della pace”, che si terrà domenica prossima, 2 febbraio.

Per l’Azione Cattolica Italiana, ormai da lungo tempo, il mese di gennaio è dedicato alla riflessione sul tema della pace. Il Santo Padre offre ogni anno il primo gennaio la sua meditazione sul tema e l’associazione risponde declinandolo secondo la sua particolare angolatura.

 In un momento particolarmente delicato per lo scacchiere internazionale ci rendiamo conto dell’importanza di questo tema non solo per l’Acr, da sempre promotrice di questo momento significativo, ma per tutta l’associazione e per ogni uomo di buona volontà.

    Dobbiamo intensificare momenti di riflessione, preghiera e impegno concreto per invocare il dono della pace e per costruirlo con le nostre mani in ogni ambiente dove si vive insieme.

   Lo slogan di quest’anno Piazza la pace ci indica che siamo chiamati a costruire la pace nei luoghi dove incontriamo le persone e condividiamo la vita di tutti, dovunque e in ogni situazione. Ci piace sottolineare il gioco di parole legato alla “piazza”: è là che la gente si incontra e vive e si apre alla condivisione.  Lo stretto legame tra pace e vita, di cui si celebra la giornata in questo periodo, aggiunge valore alle nostre iniziative: la pace è e deve essere una festa, qui e in ogni paese del mondo. Vogliamo perciò impegnarci a essere “artigiani di pace e di speranza” nelle nostre città, nel nostro Paese, nel mondo intero per rinsaldare relazioni umane basate sulla solidarietà, l’accoglienza e la cura reciproca. E un pensiero vogliamo anche dedicare alla nostra Madre Terra, creatura anch’essa così maltrattata e umiliata che il Papa mette al centro della sua riflessione sull’ecologia integrale (cfr Messaggio del Santo Padre Francesco per la Celebrazione della Giornata mondiale della Pace 1 Gennaio 2020, par.4).  

   La data prevista per la manifestazione è il 2 febbraio prossimo, e mi piace sottolineare che saremo in comunione con la maggior parte delle Diocesi siciliane che hanno scelto la medesima data.

Annamaria Cutuli, presidente diocesana di Azione Cattolica

Per testimoniare come la pace sia un diritto e un dovere di tutti, e un impegno particolare per la nostra Azione Cattolica, l’iniziativa è unitaria, cioè vissuta non da un solo settore dell’associazione, ma da tutti insieme: adulti, giovani e ragazzi. Abbiamo inoltre pensato di far coincidere la Festa della pace con il mandato ai presidenti parrocchiali, che sarà consegnato dal Vescovo mons. Antonino Raspanti durante la celebrazione conclusiva in Cattedrale. L’appuntamento è alle ore 9  nella chiesa di san Rocco: cominceremo la giornata con un momento di preghiera, una drammatizzazione per  introdurre il tema e alcune testimonianze di pace vissuta.  Poi marceremo verso piazza Duomo dove proveremo a comporre la parola Pace per fotografarla dall’alto del campanile e proporremo a tutti il nostro messaggio. Concluderemo a mezzogiorno in Cattedrale con la Celebrazione Eucaristica.

La Pace è un dono del Signore; è un sogno che si realizza se offriamo il nostro contributo, personale e comunitario alla sua costruzione. Ogni giorno è un buon giorno per “piazzare” la pace in ogni dove.  

Anna Maria Cutuli

Tweet 20