Calcio Catania / Altro pareggio tra le mura amiche contro la Ternana

Un bel Catania contro la Ternana, peccato per il risultato che poteva essere diverso se il buon Mazzarani avesse realizzato il rigore concesso al ’29 del primo tempo. Sterile l’attacco, le note positive arrivano dalla difesa ben registrata e finalmente solida. Lucarelli punta su Di Molfetta, Mazzarani e Biondi dietro Beleck, mentre la cerniera di centrocampo è formata da Vicente e Salandria.

Equilibrio e una chance per parte in un vivace – sul piano agonistico – inizio di match. La combinazione tra Ferrante e Partipilo – tiro debole – al 4′ mette in affanno la retroguardia rossoazzurra, dall’altro lato sono un paio di accelerazioni di Biondi e l’insidioso cross di Pinto a creare qualche apprensione a Russo e soci. Segue una lunga fase di equilibrio con i padroni di casa che cercando di fare la partita con maggior possesso pallo: nulla di che fino al 24′, quando Iannarilli è costretto a distendersi ed evitare guai sul tentativo di potenza a firma Di Molfetta.

L’undici di Lucarelli è decisamente più in palla e l’estremo difensore ciociaro è costretto a metterci una pezza per evitare la capitolazione. Parodi in velocità tocca Biondi in area e Vigile sancisce il penalty: ottima la parata dell’ex Viterbese sull’angolata esecuzione di Mazzarani. Successivamente si fa vedere anche la Ternana grazie ad un’iniziativa di Palumbo che, portata la palla sul mancino, calcia di potenza verso Furlan: il portiere degli etnei si salva in calcio d’angolo. Al 39′ sempre la ternana con il perfetto assist di Palumbo per Paghera, non altrettanto la deviazione al volo del centrocampista.

La fase iniziale della ripresa è di marca rossoverde per intensità e capacità di gestire la sfera. In generale il ritmo gara è lento e non ci sono guizzi di rilievo. Per il resto davvero poco da raccontare: i ragazzi di Lucarelli chiudono in crescendo ed è Calapai in particolar modo a rendersi pericoloso con un destro di potenza da buona posizione. Nel recupero non accade nulla, finisce con uno scialbo 0-0.