Calcio / Città Mondiali: San Pietroburgo

Continua la rassegna dedicata alle città mondiali: dopo Kaliningrad, ecco San Pietroburgo. Le città ospiteranno nei prossimi mesi i campionati mondiali di calcio 2018, che, vale la pena ricordarlo, appartengono tutte alla Russia “Europea”. L’unica eccezione vale per la città di Ekaterinburg, principale centro culturale della Regione degli Urali, nella Russia “Asiatica”. Dopo la capitale Mosca, dove si apriranno i giochi e si calerà il sipario con la finalissima del 15 luglio, è San PietroBurgo la più importante città che ospiterà diverse partite, tutte all’interno della Zenit Arena.

Città Mondiali: Immensa San Pietroburgo

Con una popolazione di oltre cinque milioni di abitanti, San Pietroburgo è la seconda città più popolata della Russia. Rappresenta senza dubbio il porto più importante del paese. Occupa, infatti, un ruolo di assoluto rilievo soprattutto a livello storico: la città fu infatti protagonista di uno degli avvenimenti bellici più importanti del xx secolo, “l’Assedio di Leningrado” (il vecchio nome della città), che vide l’esercito nazista soccombere alle forze sovietiche dopo oltre due anni di occupazione militare.

Fondata dallo Zar Pietro il Grande, San Pietroburgo è oggi considerata una delle metropoli più interessanti anche dal punto di vista artistico e culturale. Innumerevoli i luoghi di interesse e i monumenti: strabiliante, a dire poco, è la cattedrale di Sant’Isacco, capolavoro dell’architettura neoclassica e celebre in tutto il mondo grazie alla sua gigantesca cupola d’oro che attira milioni di visitatori ogni anno da tutto il pianeta. Tutto il centro storico della città e i “relativi gruppi di monumenti” sono considerati dal 1990 patrimonio dell’umanità dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO).

Perchè visitare San Pietroburgo?

Città cosmopolita e ricchissima di attività, vale proprio la pena visitarla, almeno una volta nella vita. E se oltre al calcio e agli stadi, vi piace l’atmosfera goliardica o la buona musica, siete nel posto giusto. Tra giugno e luglio la città ospita ogni anno il carnevale internazionale oltre cheil festival internazionale del Jazz. A buon viaggiatore, poche parole.

Gabriele Pulvirenti

Print Friendly, PDF & Email