Agricoltura / Il cancro del kiwi e il calo della produzione

0
62
kiwi produzione frutti

Il cancro del kiwi sta indebolendo fortemente la produzione di questi frutti, poichè ne causa il disseccamento per via di un’infezione generalizzata della pianta.

Agricoltura / Il cancro del kiwi e il calo della produzione: politiche per la ripresa

Il ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida, ha predisposto un decreto da 3 milioni di euro a fine gennaio. Il finanziamento soccorre gli agricoltori coinvolti nell’epidemia. Non è la prima allocazione di fondi fatta per questa ragione: lo scorso novembre erano stati stanziati 2 milioni.

Agricoltura / Il cancro del kiwi e il calo della produzione: l’Italia al secondo posto nella produzione mondiale

L’Italia risulta seconda per produzione di kiwi a livello mondiale. La coltivazione di questi frutti si era estesa fortemente nel territorio italiano fino al 2011 quando si era arrivati a 26mila ettari. Dopo vi era stata una riduzione fino al 2016 e successivamente una nuova fase ascendente. Questa risalita è bloccata da tre anni a questa parte dallo Pseudomonas syringae pv. actinidiae (Psa). Il batterio è la causa del cancro e della conseguente morte dei kiwi.

Agricoltura / Il cancro del kiwi e il calo della produzione: la voce della Coldiretti

Attualmente, secondo una stima della Coldiretti su dati Cso, in Italia vi sono più o meno 24mila ettari piantati a kiwi: “Il Lazio è la prima regione, con circa 1/3 della superficie (30%), seguita a distanza dall’Emilia-Romagna. In Europa la produzione globale di kiwi per il 2023 è stimata in circa 755mila tonnellate (-4% in meno sul 2022) e in Italia è di circa 311mila tonnellate (che porta il nostro Paese al secondo posto tra i player mondiali dopo la Nuova Zelanda) con un calo del 7%, complessivamente di tutte le cultivar presenti, rispetto all’anno precedente”.

La Nuova Zelanda è il primo stato al mondo per produzione di kiwi. Anche qui, nel 2023, si è assistito ad una riduzione di della raccolta di circa il 21% rispetto al 2022, per un ammontare di circa 492mila tonnellate. Coldiretti afferma come nel territorio italiano “la riduzione della produzione del kiwi verde è pari al 15% rispetto all’anno precedente, a causa dei danni da gelo, della contrazione delle superfici, ma soprattutto dell’impatto della morìa”. L’epidemia ha colpito più di 8.600 ettari di coltivazioni dal 2012 fino ad oggi, sulla scorta degli studi effettuati da Cso Italy.

                                                                                   Maria Maddalena La Ferla

Print Friendly, PDF & Email