Capo Milazzo / Rievocato il naufragio di Sant’Antonio

Una rievocazione storico-simbolica del naufragio di Sant’Antonio si è svolta in diretta da Capo Milazzo.
L’evento inaugura il calendario di eventi 2021 del progetto “Antonio 20-22” dei frati minori conventuali della Provincia Italiana di S. Antonio di Padova.

La diretta- informa una nota stampa è cominciata dal santuario di Capo Milazzo con ospiti locali e provenienti da Padova che hanno commentato tutte le fasi della rievocazione. Dall’imbarco della reliquia di sant’Antonio fino all’arrivo in cima al Santuario.
Ha condotto in studio Alberto Friso, event project manager “Antonio 20-22.
Erano presenti nella prima parte Carolyn Berger, oceanografa e responsabile della didattica del MuMa (Museo del Mare Milazzo), fra’ Egidio Canil ofmconv, responsabile Peregrinatio Antoniana.naufragio sant'antonio
Presente anche don Giovanni Lombardo, coordinatore dell’associazione “Armonie dello spirito” e rappresentante dell’equipe del Progetto Antonio 20-22 per Messina.
Alla seconda parte hanno partecipato:Riccardo Tringali, Centro di Solidarietà, Milazzo, fra’ Egidio Canil e don Carmelo Russo, rettore del Santuario di S. Antonio di Capo Milazzo.

Naufragio di Sant’Antonio- svolgimento

In apertura dell’evento un momento istituzionale sulla banchina del Porto di Milazzo, alla presenza del sindaco di Milazzo e di altre autorità civili e militari. Poi il rettore della Basilica del Santo e la reliquia antoniana si sono imbarcati su un mezzo nautico della Guardia Costiera che effettua il periplo del Capo, per raggiungere la Baia di S. Antonio.

Dopo il trasbordo nel gommone messo a disposizione dall’Area Marina Protetta, l’approdo alla spiaggetta sotto il santuario con un momento di silenzio e di preghiera. Interrotto solo dall’accoglienza chiassosa di bambini, in rappresentanza degli abitanti di Capo Milazzo.
La piccola delegazione è risalita quindi lungo la scogliera per arrivare al santuario della grotta per una breve celebrazione religiosa.

Nel naufragio di sant’Antonio anche un’installazione artistica

L’evento è stato l’occasione anche per inaugurare l’opera “Voca me” dell’artista milazzese Mariagrazia Toto. Un’istallazione artistica di ispirazione antoniana dedicata al tema dell’accoglienza, che galleggia sullo specchio d’acqua prospicente il santuario rupestre.

Print Friendly, PDF & Email