Chiesa / Aperta la causa di canonizzazione del giovanissimo Servo di Dio Matteo Farina di Brindisi

I giovani sono numericamente sempre di meno nel nostro Paese, e quando ci sono, spesso è difficile avvicinarli al messaggio di Cristo.corret  Matteo Farina 1 (520 x 471)

Proprio per questo, come Apostolato della Preghiera della diocesi Brindisi-Ostuni, siamo felici di comunicare l’arrivo del  nulla osta a procedere per l’apertura della causa di canonizzazione del Servo di Dio Matteo Farina di Brindisi, giovane nato nel 1990 e mancato nel 2009.
Matteo è infatti uno straordinario esempio di giovane di oggi reso più forte dalla conoscenza del messaggio evangelico.

Cresciuto in un contesto familiare ricco di affetti e di profonda fede, Matteo ha sempre brillato negli studi, conducendo una felice vita relazionale, circondato da amici con cui condivide hobby e la passione per la musica.
Profondamente innamorato di Gesù, sin dall’infanzia ha avvertito forte l’esigenza di accostarsi alla Parola, alla Confessione ed alla Eucaristia. In esse trova sempre la sua gioia di vivere, anche quando la malattia, un tumore cerebrale che lo avrebbe accompagnato alla morte, irrompe nella sua vita a soli tredici anni.

Gli interventi chirurgici, alternati a sprazzi di speranza, non hanno impedito a Matteo di vivere una vita piena, rischiarata anche dall’amore verso la fidanzata. Forte è sempre stata in Matteo la missione di avvicinare alla fede chi ne era lontano, specialmente i giovani, dedicando a questo l’intera sua vita, fino ad offrirla per la salvezza delle anime in punto di morte.

I suoi numerosi scritti, intrisi di fede, che abbiamo trovato dopo la sua morte, offrono consolazione ed ispirazione a molti. Pertanto la fede esemplare di Matteo Farina può costituire un modello per i giovani nell’affrontare le sfide dei nostri tempi.

Vi invitiamo davvero a conoscerlo visitando il sito www.matteofarina.com e a pregare per la sua causa.

Apostolato della Preghiera
diocesi Brindisi Ostuni