Cinema / “Amarcort”, dedicato a Fellini, appassionerà fino al 13 dicembre con nove sezioni di corti in concorso

E’ partita ieri, con un cartellone ricco di appuntamenti, incontri e proiezioni nonché dell’ormai famoso concorso, la tredicesima edizione di Amarcort Film Festival inaugurata con i saluti istituzionali, ai piccoli studenti delle scuole elementari di Rimini (in collegamento video), del Ministro all’Istruzione Lucia Azzolina e dell’assessore alla Scuola e Politiche educative del Comune di Rimini Mattia Morolli.
Dedicato ai cortometraggi e nato sotto il segno di Fellini, il festival quest’anno, vista l’impossibilità di svolgersi in presenza, si svolgerà totalmente in modalità on line fino al 13 dicembre 2020  e sarà accessibile gratuitamente sul sito www.amarcort.it.
L’evento, organizzato da SMArt Academy e SMArt Lab, nasce nel 2008 dalla collaborazione di un gruppo di persone unite dalla stessa passione per il cinema e i cortometraggi; gli organizzatori del festival, così come tutti i collaboratori da loro coinvolti nell’organizzazione del progetto, prestano la loro opera senza percepire nessun compenso.Durante i primi anni della manifestazione, la Fondazione Fellini ha molto apprezzato l’iniziativa, tanto da patrocinarla fornendo un importante appoggio; le sei sezioni del concorso portano, appunto, nomi che richiamo alle memorie ricordi felliniani:
Amarcort, dedicata a cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere fiction con durata massima di 25 minuti;
Gradisca, dedicata a cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere fiction con durata massima di 5 minuti;
Rex, dedicata a cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere animazione con durata massima di 20 minuti;
Fulgor, dedicata a cortometraggi appartenenti al genere fiction di autori emiliano-romagnoli, con durata massima di 20 minuti;
Aldina, dedicata a cortometraggi appartenenti al genere fiction, animazione e sperimentali, realizzati da studenti di cinema, con durata massima di 15 minuti;
Gironzalon, dedicata a cortometraggi sperimentali con durata massima di 10 minuti.

I saluti del ministro all’Istruzione Lucia Azzolina, hanno aperto il concorso

Dal 2014 è stata aggiunta una nuova sezione competitiva dedicata alle sceneggiature inedite e denominato “Grand Hotel” e in quest’ultima edizione troveremo inoltre la sezione Cantarel, dedicata ai videoclip musicali e la nuova sezione Home Made Movie che Amarcort ha aggiunto per ospitare tutti i cortometraggi realizzati durante il periodo del lockdown e quindi fatti in casa.
La partecipazione attiva della fondazione al Festival ha permesso l’assegnazione di menzioni speciali alle opere finaliste; menzione che fino al 2014 veniva assegnata personalmente da Francesca Fellini, nipote del regista. Inoltre, anche quest’anno, il sesto consecutivo, Amarcort Film Festival riceve l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, data la sua spiccata dimensione internazionale,
“Amarcort non si ferma – spiega Simona Meriggi, direttrice del Festival,   in un comunicato stampa – nonostante l’impossibilità di organizzare l’evento in presenza, abbiamo scelto di trasferirci on line. Ma questa non è l’unica novità, infatti aggiungiamo anche nuove date. Sarà infatti una tredicesima edizione estesa: non più 6 giorni di programmazione, bensì 20”. E tra le novità di questa edizione c’è anche, per la prima volta, un comitato d’onore composto da importanti personalità del cinema e della cultura; a farne parte sono i registi Gianfranco Angelucci e Alessandro Benvenuti, il drammaturgo e regista Ugo Chiti, la regista e nipote di Fellini Francesca Fabbri Fellini, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, il critico cinematografico Maurizio Porro, il regista e critico cinematografico Mario Sesti, la star internazionale Donald Sutherland e l’attrice Milena Vukotic. Dunque, tre settimane così suddivise:

Francesca Fellini

La prima settimana, dal 24 al 29 novembre: corti tra scuole e autori: aprirà le danze una tre giorni dedicata alle scuole dove i bambini potranno visionare i corti della sezione Miranda, dedicata ai più piccoli, e dove voteranno il loro corto preferito.
A seguire, due giorni di pitch con incontri one to one fra autori e produttori e l’incontro (venerdì 27 novembre) con Anna Gutto; la regista norvegese parlerà del suo lavoro, fra corti, serie tv e cinema, sarà a disposizione per domande e saranno proiettati due suoi cortometraggi.
Ma in questa prima settimana non mancherà il tradizionale appuntamento pre-festival con “Il giro del mondo in 80 corti”. Come spiega ancora la nota di stampa, a partire dalle 21 di oggi saranno proiettati i migliori 10 cortometraggi non selezionati come finalisti ad Amarcort 2020 ma che verranno valutati dal pubblico. Il primo classificato della serata diventerà finalista ad Amarcort 2020, il secondo classificato diventerà finalista a “Il giro del mondo in 80 corti”. La prima settimana si chiuderà domenica con un incontro sul tema “Il cinema ai tempi del coronavirus”: incontro con i tre esercenti della provincia di Rimini sulla situazione dei cinema in questo momento storico.

Nella seconda settima che va dall’ 1 al 6 dicembre inizierà il concorso con la proiezione di alcune categorie di finalisti e, contestualmente, si susseguiranno incontri con esperti per toccare temi importanti come parità di genere e difficoltà di festival e set cinematografici nel periodo della pandemia; ad aprire questa seconda settimana sarà, martedì 1 dicembre, l’appuntamento dedicato da SGR Cultura ad un progetto contro il bullismo nelle scuole dal titolo “Accendere il rispetto, spegnere il bullismo”.

Milena Vukotic

Venerdì 4 dicembre, tra i vari appuntamenti, si darà anche spazio alla Scuola di Cinema di Cesena con Amarcort on set: gli studenti gireranno un cortometraggio al Grand Hotel, dal titolo “Cinema Grand Hotel”, che si ispira a Fellini e sarà ultimato in tempo per essere proiettato durante la cerimonia di premiazioni del 13 dicembre. La settimana si concluderà con “Aperamarcort”, nei giorni di sabato e domenica; un appuntamento con le anticipazioni sui corti che saranno proiettati l’ultima settimana: presentazione da parte dell’autore e proiezione in anteprima.
L’ultima settimana, dall’8 al 13 dicembre, concluse le proiezioni, oltre che dalle premiazioni sarà caratterizzata dai centenari. Quest’anno, infatti, ricorre il centenario della nascita di Federico Fellini e in un festival a lui ispirato non poteva certo mancare una giornata, quella del 12 dicembre, dedicata ad un grande anniversario da condividere con Rimini e con tutto il resto del mondo.
“Abbiamo scelto di festeggiare insieme due importanti centenari – racconta Simona Meriggi. Oltre a Federico ricorderemo anche Tonino Guerra con un talk dedicato alla loro amicizia con Miro Gori e Gianfranco Angelucci Ma non saranno gli unici centenari che omaggeremo quest’anno. Abbiamo dedicato appuntamenti anche a Gianni Rodari, Alberto Sordi e Franca Valeri”.
Sabato 12 sarà anche la giornata della premiazione di “Un felliniano nel mondo” che quest’anno andrà al grande illustratore e fumettista Milo Manara che illustrò le sceneggiature di Fellini  “Viaggio a Tulum” e “Il viaggio di G. Mastorna”, oltre che la locandina de “La Voce della Luna”, a cui Amarcort Film Festival quest’anno è dedicato.
Domenica 13 dicembre, sempre in modalità on line, il festival si concluderà con l’attesissimo appuntamento della premiazione del concorso che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 1200 cortometraggi provenienti da 97 paesi del mondo.

                                                                                                            Cristiana Zingarino

Print Friendly, PDF & Email