Coronavirus, verso il dopo / La vice ministra Castelli: “Uscirà un’Italia migliore, non lasceremo indietro nessuno”

Tra le tante dichiarazioni di personaggi politici, della maggioranza di governo e dell’opposizione, su quanto l’Italia sta facendo per affrontare la pandemia, preparare la convivenza con il virus e gestire il rilancio dell’economia, abbiamo scelto di pubblicare la seguente dichiarazione della viceministra dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. E’, la sua, una dichiarazione, pubblicata su Facebook, che guarda al domani, improntata al buon senso e caratterizzata dalla pacatezza dei toni.

“Stiamo lavorando, giorno e notte, sui provvedimenti per consentire al Paese una ripartenza veloce, per fare in modo che nessuno, veramente nessuno, possa rimanere indietro.

“Continuo a pensare che sia il momento di mettere le polemiche da parte, di remare tutti nella stessa direzione. Poi mi rendo conto che c’è chi fa fatica, anche in un momento come questo, ad uscire da un perenne clima di campagna elettorale.

“Strumenti che erano ordinari, come gli ammortizzatori sociali e quelli di sostegno al reddito, sono diventati all’improvviso straordinari. I Fondi di garanzia per le imprese in difficoltà, che prima riguardavano una piccola parte del tessuto produttivo, adesso sono a disposizione dell’intero Paese. Stiamo facendo tutto velocemente, accorciando il più possibile i tempi di qualunque cosa. E lo stiamo facendo, giustamente, con i tempi di una democrazia. Non fatevi affascinare dai racconti sui “miracoli” di oltre confine.

“Possiamo fare di più? Certo, si può sempre fare di più. Anche per questo, da subito, abbiamo cercato di operare in sinergia con tutti, dalle parti sociali ai diversi livelli istituzionali. Dalle forze politiche di maggioranza e opposizione ai singoli operatori di settore. Le idee ed i suggerimenti di tutti meritano di essere studiati, approfonditi e messi in campo.

“Da questa fase uscirà un’Italia migliore, ne sono convinta. Tutti, finalmente, si sono resi conto anche dell’importanza di un nuovo modello economico e sociale. Dobbiamo avere solo il coraggio e la forza di realizzarlo.

“Non vogliamo lasciare indietro nessuno. E non lasceremo indietro nessuno”.