Devozione / Le comunità di Aci Trezza e di Monterosso Almo gemellate nel nome di San Giovanni Battista

C’è sempre grande fermento nella Sicilia orientale tra le realtà parrocchiali che venerano San Giovanni trezza 2Battista. Frequenti, ultimamente, sono infatti i gemellaggi che hanno contraddistinto e caratterizzato particolarmente le feste patronali in onore del Precursore.

Tra queste anche la Confraternita San Giovanni Battista e la Commissione festeggiamenti in onore del santo patrono di Aci Trezza che, dopo aver incontrato le Confraternite e Commissioni festeggiamenti ed i gruppi di devoti di Ragusa e di San Giovanni Montebello, frazione di Giarre, hanno fatto tappa a Monterosso Almo, piccolo centro nel Ragusano che venera la figura del grande profeta dell’altissimo.

L’occasione propizia è stata la “Giornata della fraternità” che si è tenuta nel tardo pomeriggio dello scorso 31 agosto con la processione dalla chiesa di Sant’Anna fino alla chiesa di San Giovanni Battista e la celebrazione eucaristica presieduta dal parroco di San Giovanni Montebello don Angelo Pennisi.

Al termine della Messa, dopo i saluti ed il rituale scambio di omaggi, si è svolto il concerto della corale parrocchiale “San Giovanni Battista” di Monterosso Almo nell’ambito del programma delle iniziative culturali che si stanno svolgendo in vista dei solenni festeggiamenti in onore del santo patrono che, tradizionalmente, si tengono la prima domenica di settembre. Particolare curioso che lega la comunità monterossese a quella trezzota, in quanto nella stessa data il paese dei Malavoglia festeggia da sempre la compatrona Madonna della Buona Nuova, chiudendo così la stagione estiva che invece si apre con i festeggiamenti di giugno in onore del Battista.

“Desideriamo ringraziare di cuore gli amici di Monterosso Almo per la grande accoglienza che ci hanno riservato. Siamo lieti di condividere questi momenti in cui l’eco della fede, verso il nostro protettore, si uniscono in un cuor solo – afferma Giovanni Valastro, presidente della Confraternita San Giovanni Battista. Il nostro cammino a fianco delle realtà regionali, che condividono lo stesso motivo di devozione, prosegue nella preghiera e nella gioia degli incontri che auspichiamo possano continuare ed incrementarsi nel prossimo futuro.”

Davide Bonaccorso

Print Friendly, PDF & Email