Donazione del sangue / Convegno a più voci all’ospedale Cannizzaro

0
195
Il dono del sangue

Perché il dono del sangue a Catania non sia solo uno slogan pubblicitario e con l’auspicio che la città di Catania possa tradurre concretamente nella realtà di ogni giorno, nel numero delle unità di sangue donate e in quello dei donatori, la bella esperienza della gratuità e solidarietà del dono del sangue a pieno soddisfacimento dei fabbisogni richiesti dai pazienti, su iniziativa dell’Ufficio della Pastorale della Salute  dell’Arcidiocesi di Catania, della FIDAS – Federazione Italina delle Associazioni dei Donatori di Sangue – Sicilia e dei pazienti talassemici dell’ATOG – Associazione Talassemia Ospedale Garibaldi – di Catania, mercoledì 17 maggio dalle ore 8,30 alle ore 14, presso il Centro Congressi dell’Ospedale Cannizzaro, si svolgeranno i lavori del convegno “Il dono del sangue a Catania. Dati e obiettivi – Raccontare la solidarietà sociale e la donazione del sangue”.

All’importante convegno, che ha ricevuto gli autorevoli patrocini del Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità e del Centro Regionale Sangue dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, sono invitati non solo gli addetti ai lavori (medici e personale sanitario impegnato nella raccolta del sangue e di emocomponenti che hanno ricevuto 6 crediti formativi nell’ambito del programma di Educazione Continua in Medicina), ma anche i giornalisti iscritti all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia che, al termine dei lavori riceveranno, su richiesta dell’UCSI – Unione Cattolica Stampa Italiana – di Catania, i crediti formativi per l’aggiornamento continuo.Il dono del sangue

L’importanza di un convegno sulla donazione del sangue

Il convegno, soprattutto, è aperto ai volontari nel campo della salute e del sociale della città, ai  cittadini a qualsivoglia titolo e a tutta la comunità ecclesiale catanese perché, con i dati alla mano – senza slogan inutili e fake news che fanno sempre male – si possa prendere sempre più coscienza e responsabilità personale di fronte al grave problema sangue di Catania, alla necessità di avere più donatori attivi – periodici – e nuovi donatori, soprattutto giovani, e non solo giovani, a qualunque estrazione sociale ed etnia si appartenga, perché la donazione di sangue è un gesto che accomuna e affratella!

Al convegno parteciperanno relatori di assoluta levatore scientifica e professionale. Come il dirigente del Centro Regionale Sangue Giacomo Scalzo e il direttore dell’Ematologia dell’Università di Catania Francesco Di Raimondo. Il preside dello Studio Teologico San Paolo di Catania Antonino Sapuppo e il segretario nazionale UCSI e tesoriere dell’Ordine regionale dei Giornalisti di Palermo Salvatore Di Salvo. I direttori dei Servizi Trasfusionali dell’Arnas Garibaldi Santi Sciacca, dell’Azienza Policlinico -San Marco Sebastiano Costanzo e dell’Azienda Cannizzaro Mario Lombardo.

Porteranno i saluti il Commissario Straordinario del Cannizzaro Salvatore Giuffrida e il direttore sanitario aziendale Diana Cinà. Il direttore dell’Ufficio diocesano della Pastorale della Salute Mario Torracca e il presidente della FIDAS Sicilia Salvatore Caruso. Il vicepresidente ATOG Milena Nicotra, il presidente UCSI di Catania Giuseppe Adernò. I lavori saranno moderati dal medico giornalista Vincenzo Caruso, responsabile scientifico dell’evento che grazie al provider Parole&Immagini  potrà assegnare i crediti Ecm. E anche dal giornalista-addetto stampa del Cannizzaro Orazio Vecchio.

Al convegno parteciperanno anche gli studenti del corso di laurea in Medicina e Chirurgia. E anche i volontari universitari dell’Arcadia che hanno intrapreso un percorso di volontariato presso l’Advs Fidas Catania.

                                                                                                                             L.V.

 

 

Print Friendly, PDF & Email