Giornata per i diritti dell’infanzia / Acireale, invito della garante dott.ssa Moschetto ai bambini delle Primarie: “Scrivete una lettera al presidente Mattarella”

Nell’imminenza della “Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, la cui ricorrenza è fissata per il prossimo venerdì 20 novembre, ad Acireale, l’Autorità garante dei medesimi diritti, dott.ssa Maria Moschetto, ha inviato una nota ai dirigenti scolastici delle singole scuole primarie  comunali “per favorire tra i piccoli della nostra comunità l’espressione di ciò che spesso non trova spazio e tempo di ascolto”.
Ai bambini – si legge in una nota dell’ufficio stampa del Comune – verrà proposto di scrivere una lettera al presidente Mattarella, “figura istituzionale di riferimento “super partes” – ha osservato la dott.ssa Moschetto – e, quindi, di garanzia dei diritti di tutti i cittadini, bambini compresi, ma anche figura affettiva, rassicurante a cui poter confessare le proprie aspettative e i propri timori”.
La lettera aperta e spontanea, senza alcuna interferenza da parte degli adulti, in forma anonima e non riconoscibile da alcun segno distintivo, potrà essere corredata da disegni o altre forme di espressione artistica. Il garante ha inoltrato richiesta affinché l’iniziativa possa godere dell’Alto Patronato del presidente della Repubblica, dopo avere ricevuto l’adesione della IV commissione consiliare del Comune di Acireale, presieduta da Doriana Zappalà, e di concerto con l’assessore Palmina Fraschilla che detiene le deleghe alla Pubblica istruzione ed alle Politiche sociali.
Gli istituti scolastici che vorranno aderire potranno comunicarlo entro il 18 novembre, inoltrando una mail di risposta indicando il plesso e il referente con relativo recapito telefonico. Sin dal giorno dell’adesione, all’interno dell’istituto sarà collocato un contenitore, urna o cassetta postale, nella quale i bambini potranno imbucare la propria letterina.
Sarà cura dell’Ufficio del Garante, poi, nella giornata del 20 novembre, salutare gli alunni e ritirare i contenitori con le loro missive che, poi, verranno recapitate al presidente Mattarella, attraverso modalità pubbliche.
Il sindaco, Stefano Alì, frattanto ha disposto che, aderendo all’invito formulato dal Garante, nella data della ricorrenza il Palazzo di Città venga illuminato con luce blu.

 

Print Friendly, PDF & Email