Media Cei – Tv2000 / Il respiro di Dio. Da settembre un documentario sulla vita dei testimoni del Vangelo

Kenya, Etiopia, Turchia, Gerusalemme, Italia. Sono soltanto alcuni dei Paesi visitati nel lungo viaggio alla scoperta dei testimoni della profezia del Vangelo, che con la loro scelta di vita consacrata raccontano le difficoltà quotidiane in contesti sociali difficili per creare veri e propri “imperi del bene”. Andrà in onda da settembre su Tv2000 il documentario dal titolo “Il respiro di Dio” (canale 28 del digitale terrestre, 18 di TivuSat, 140 di Sky, in streaming su www.tv2000.it). Dieci appassionate storie umane e hqdefaultspirituali di religiosi e religiose da ogni angolo del mondo curate, insieme a Michele Afferrante e Daniele Morini, dalla giornalista Cristiana Caricato. “L’idea è nata dalla bellezza delle storie che avevamo incontrato nella stesura del libro ‘Svegliate il mondo. Testimoni della profezia del Vangelo’ con Alessandra Buzzetti per le edizioni Paoline. Storie così intense – spiega Caricato – dovevamo raccontarle anche attraverso le immagini: sono uomini e donne che seguono quello che il Papa indica come primo compito dei religiosi e delle religiose, la vicinanza alle persone per portare consolazione e far sentire loro la misericordia di Dio”.

Le puntate del documentario, per la regia di Giulio Mainenti, inizieranno prima del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze (9-13 novembre) e proseguiranno fino alla conclusione dell’Anno dedicato alla vita consacrata. Per Cristiana Caricato, “sono tutte persone felici di avere dato la vita al Signore e i loro ritratti mostrano lo sforzo quotidiano e la profondità di chi dona la vita al bene”. È il caso di suor Laura Girotto, figlia di Maria Ausiliatrice, che vive in Etiopia, in una delle regioni più povere del mondo. O di padre Claudio Monge, che a Istanbul opera in una terra in cui i cattolici sono una minoranza che si trova spesso alle prese con situazioni difficili e ostili. Durante le puntate si racconterà anche la storia di padre Alessandro Coniglio, biblista, suor Teresa Marcazzan, paolina, Marilena Civetta, consacrata nell’Ordo Virginum, suor Lucia, cottolenghina che lavora a Torino nella città della carità. Avventure umane e spirituali che raccontano una Chiesa in uscita, capace di consolare, soccorrere, curare e soprattutto rendere visibile la misericordia di Dio.

“Ogni volta, con le testimonianze dei protagonisti – aggiunge Caricato -, si scopre un pezzo di paradiso perché questi luoghi sono abitati dal respiro di Dio”. La troupe di Tv2000 ha viaggiato in giro per il mondo alla scoperta delle storie di vita. Alcune sono rimaste impresse più di altre nella memoria dell’autrice: “Ricordo suor Maddalena, una salesiana che in Etiopia ha creato un’azienda del bene. Dal nulla ha fatto risorgere una città”. Nel Paese la suora ha costruito una scuola per 1.500 ragazzi poveri: “Ho conosciuto suor Maddalena che a 72 anni – senza aver mai preso un aereo, senza essere mai uscita dal Piemonte e senza conoscere una parola d’inglese – è andata in missione ad Adua e ha insegnato l’italiano ai giovani. Mi ha impressionato questa fecondità, questa capacità rigenerativa che non si esaurisce mai. Con lei scopri che esistono donne che a settant’anni sconvolgono la loro vita solo ed esclusivamente per amore del Signore. La forza dell’umiltà più assoluta”.

Riccardo Benotti