Militello / “La fanciulla stregata” chiude la rassegna teatrale InChiostro

“La fanciulla stregata”,  domenica 22 agosto alle 21  chiuderà nell’ex Monastero dei Benedettini di Militello in val di Catania la rassegna teatrale InChiostro.

La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione comunale e dal Cts Centro Teatrale Siciliano.
Il lavoro- si legge in una nota stampa – in programma il trenta luglio scorso,  venne rimandato perché proprio in quel giorno, a causa delle condizioni atmosferiche, fuoco e fiamme provocarono devastazioni in Sicilia.

Nell’avvincente favola in scena domenica, i protagonisti dovranno affrontare il malvagio principe Koshchey, immortale perché ha nascosto la sua anima dentro a un uovo. E sconfiggerlo riportando la pace in una terra devastata dal male.

“La fanciulla stregata”tratta dai racconti di un autore russo

“Ho prodotto La Fanciulla stregata – ha raccontato Graziana Maniscalco, regista e interprete – per la prima volta diversi anni fa e mi sta molto a cuore. Ho tratto il testo dai racconti popolari russi scritti da Nicolaevič Afanasiev basandosi sulla tradizione orale. E ho progettato e realizzato una rappresentazione per attori. Sulla scena con la sottoscritta ci sarà Nicola Costa, e puppets, grandi pupazzi articolati da me creati”.

Graziana Maniscalco
Graziana Maniscalco, regista e interprete di “La fanciulla stregata”

Il lancio dello spettacolo conclusivo della rassegna teatrale rappresenta per il sindaco di Militello, Giovanni Burtone, un’occasione per tracciare un bilancio di InChiostro.

“Siamo  soddisfatti – ha detto – perché c’è stata una considerevole risposta da parte dei nostri concittadini che hanno mostrato di gradire una proposta culturale molto seria. Ma anche da parte dei tanti che sono arrivati a Militello dalle città limitrofe e anche da Catania, dando ragione a noi che abbiamo voluto organizzare questi momenti culturali per valorizzare il nostro territorio”.

Militello – ha aggiunto – è una città d’arte, con un centro storico straordinariamente bello, è Patrimonio dell’Unesco per il suo barocco elegante e austero. E’ uno dei borghi più affascinanti d’Italia, quindi merita di essere visitato. E queste attrattive culturali aggiuntive, come gli spettacoli teatrali, hanno anche il valore di polarizzare l’attenzione su una comunità straordinariamente vivace”.
Soddisfazione anche da parte del Cts Centro Teatrale Siciliano.

“La fanciulla stregata” dà appuntamento al prossimo inverno

La fanciulla stregata – ha detto Graziana Maniscalco – sarà il nostro abbraccio finale al pubblico, con un arrivederci al prossimo anno, forse anche in inverno, se le condizioni ce lo consentiranno”.

“Tantissime persone – ha sottolineato la regista e interprete – ci hanno raggiunto in quest’estate a Militello in val di Catania da tantissime località. Un pubblico affettuoso, calorosissimo, diligente. E paziente, visto che Ragazzi di miniera e Lu re d’amuri e altri racconti, andati in scena rispettivamente il 6 e il 12 agosto, hanno coinciso con l’entrata in vigore del Green pass. Ecco perché vogliamo ringraziare ancora gli spettatori”.

Per assistere agli spettacoli di InChiostro, tenendo conto che l’ingresso nell’ex Monastero dei Benedettini, in piazza Municipio, è contingentato e su prenotazione, bisognerà chiamare il numero 095 7941239 dal lunedì al venerdì dalle nove alle 13 e il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 19. Oppure scrivere all’email:serviziocultura@comunedimilitello.it

 

Print Friendly, PDF & Email