Pastorale famiglia, apprezzato convegno su Corresponsabilità presbiteri-sposi

Puntuale è ritornato anche quest’anno il tradizionale appuntamento con le famiglie della diocesi per il convegno organizzato dall’Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia. Tre giorni di incontro per affrontare il tema “Corresponsabilità tra presbiteri e sposi a servizio della Comunità cristiana”.

Due Sacramenti: l’Ordine ed il Matrimonio che con due chiamate diverse contribuiscono al perseguimento di una missione comune. È proprio questa missione comune che ha spinto l’Ufficio diocesano a mettere in reciproca collaborazione e comunicazione, nei giorni dal 27 al 29 Luglio nei locali dell’hotel “ComplessoLa Zagara” di Santa Venerina, i presbiteri e gli sposi affinché si conoscano, apprezzino gli uni il carisma degli altri, abbiano stima vicendevole e lavorino in sinergia per il bene della comunità, del Regno di Dio e della Chiesa stessa.

“La corresponsabilità fra presbiteri e sposi a servizio della comunità cristiana è il tema del convegno di quest’anno che coinvolge le famiglie della diocesi – ci dice Anna Rosaria Gioeni che, assieme al marito Giacomo Trovato, guida l’Ufficio con l’assistenza di don Gaetano Caltabiano – non è certo una questione nuova e originale”.

A cinquant’anni dal Concilio, che ne ha tracciato le linee, c’è ancora tanto da comprendere e mettere in pratica. “Da decenni – continuala Gioeni- la consapevolezza chela Chiesasi costruisce grazie all’apporto del popolo di Dio, in una sinergia dove i carismi ed i talenti di tutti diventano strumento di crescita e di ricchezza, dovrebbero costituire la normalità. Tale ovvietà spesso non si riscontra e le famiglie rimangono oggetto di pastorale, e non soggetto attivo per l’edificazione della Chiesa. La condivisione della progettualità e la collaborazione fra presbiteri e laici, infatti, ancora non trovano delle modalità chiare, spesso non riuscendo a superare l’idea gerarchica da sempre dominante. Riflettere su questo passaggio che stenta a realizzarsi è l’obiettivo dei tre giorni di lavoro. Il Convegno rappresenta, per l’Ufficio perla Pastoraledella Famiglia, solo un punto di partenza, l’avvio di un cammino che interesserà tutto il prossimo anno pastorale, un percorso che toccherà  le parrocchie e i gruppi famiglia della Diocesi. Il convegno ha l’obiettivo di offrire ai partecipanti gli strumenti per comprendere l’importanza del ruolo delle famiglie e dei presbiteri nella costruzione della Chiesa; obiettivo è consegnare un orizzonte ermeneutico che farà da base alle due relazioni curate da don Corrado Lorefice, docente di Teologia Morale. Il desiderio è di realizzare un percorso dinamico che non si completi con la chiusura del convegno, ma coinvolga tutti per diventare “sale” e “lievito” della nostra Chiesa”.

Leonardo Sorrentino

Print Friendly, PDF & Email