Acireale, apprezzato concorso musicale giovanile al Palavolcan

0
40

Acireale ha ospitato un evento artistico eccezionale: la prima edizione del concorso musicale internazionale “Lucio Stefano D’Agata”.

Il concorso, organizzato dall’associazione culturale “Agorà”, ha avuto nella veste di ideatore e organizzatore il suo presidente Santo Bella con la direzione artistica del m° Cinzia Dato, docente di pianoforte presso il Conservatorio di Reggio Calabria ed è stato intitolato al m° Lucio Stefano D’Agata, prematuramente scomparso nel 2010, che per 10 anni è stato direttore artistico dell’Associazione e per 30 insegnante di pianoforte presso le scuole medie ad indirizzo musicale, alle quali è stata riservata una sezione del concorso perché, proprio in esse, schiere di ragazzini vengono avviati allo studio di uno strumento musicale e ad un percorso educativo improntato all’armonia e alla socializzazione. Basti pensare, infatti, alle orchestre scolastiche nelle quali decine di scolari e studentini fanno “vivere” i loro strumenti in perfetta sintonia. L’altra sezione, internazionale, è stata aperta a tutti i “professionisti”dellamusica, cioè a coloro che vogliono intraprendere un percorso specifico musicale.

Consistente il numero dei partecipanti, circa 850, provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria, che hanno dato vita ad una 4 giorni di musica classica di altissimo livello, compresa la competizione tra 10 “agguerritissime” orchestre nella quale sono risultate vincitrici ex aequola “Sanzio” di Tremestieri Etneo ela “Sturzo” di Biancavilla.

La cerimonia di premiazione si è svolta al Palavolcan di Acireale dove, davanti un pubblico entusiasta, si sono esibiti i vincitori assoluti, selezionati da commissioni giudicatrici composte da docenti del conservatorio di Reggio Calabria, tra cui il direttore dott. Francesco Barillà, di Palermo, di Caltanissetta e di Catania, nonché da concertisti e insegnanti di scuole medie ad indirizzo musicale. Ciò che più ha stupito è la bravura incomparabile con la quale questi ragazzini hanno gestito con stupefacente maestria i vari strumenti: clarinetti e violoncelli, pianoforti e sax.

Tra i vincitori assoluti, i riconoscimenti più ambiti sono andati: per l’indirizzo scuole medie, il premio “Giovane Talento” aRiccardo Priviteradi Acireale (pianoforte) e per l’indirizzo internazionale, il “Premio Lucio Stefano D’Agata” a Emanuele Vito De Caria di Reggio Calabria (pianoforte).

Il prossimo appuntamento è per la seconda edizione, nel 2013, col proposito di perfezionare ulteriormente l’evento artistico.

Antonino Blandini

Print Friendly, PDF & Email