Premi / Domani a Catania il “Garofano d’argento”, festa dei fiori e della cultura

Nove eccellenze al Premio internazionale Garofano d’Argento – Festa dei Fiori, uno dei riconoscimenti del settore florovivaistico più prestigiosi d’Italia, premio anche alla cultura, alla professionalità e alla sicilianità nel mondo, che domani, 14 settembre alle 20,30, si svolgerà al Palazzo della Cultura di Catania.

Da sin:Mirabella, Pogliese, Calì e Leotta

Tre – informa una nota stampa – i migliori operatori del comparto florovivaistico ai quali verranno assegnati i riconoscimenti: Marta Pizano, giornalista florovivaista di Bogotà, Premio internazionale di Giornalismo, l’azienda Florovivaistica Ambivere bergamasca di Monica e Giancarlo Locatelli, e Michelangelo Finocchiaro, floral designer di Aci Sant’Antonio, Premio internazionale “Arte Floreale”.

Non solo però piante e fiori a ricevere la preziosa scultura. Protagonista del Premio Internazionale Garofano d’Argento – Festa dei Fiori anche il mondo della cultura: la scrittrice romana Rita Levi, l’attrice catanese Lucia Sardo, l’imprenditrice Giuliana Di Franco, jewels designer di Leonforte, Sergio Bonanzinga, docente di Etnomusicologia all’Università di Palermo, l’azienda agricola Arcoria di Giosuè e Vincenzo Arcoria, a Paternò, e Salvatore Piro, direttore dell’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali di Roma.

Questi i nomi che  sono stati resi noti durante la presentazione dell’evento, alla presenza del sindaco di Catania Salvo Pogliese e dell’assessore alla Cultura Barbara Mirabella.

“Abbiamo riconfermato per il secondo anno – spiega l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella – questo omaggio a Carlo Calì e alla figlia Carmelita, che con tanta passione porta avanti il premio, riconoscimento al merito delle grandi eccellenze. Tante sezioni, amici, ospiti nazionali ed internazionali, e credo per questo che Palazzo della Cultura debba ospitare un grande evento che parlerà di cultura, ma soprattutto di lavoro.”

L’obbiettivo primario della manifestazione, giunta alla 45ª edizione – coorganizzata dall’associazione “I Fiori di Giarre e dell’Etna”, presieduta da Maria Carmela Calì (che l’ha ereditata dal padre Carlo), e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Catania, con il cofinanziamento della Camera di Commercio del Sud Est Sicilia – è la promozione del Florovivaismo etneo siciliano per lo sviluppo sociale, economico, ambientale e turistico della fascia jonico-etnea e siciliana.

“Un fiore che non potrà mai appassire” il Garofano d’Argento, simbolo della kermesse e sinonimo della riconoscenza ai meriti delle maestranze.

L’evento, presentato da Maurizio Caruso, ospiterà anche una gara di Arte Floreale regionale tra fioristi professionisti in collaborazione con  il sindacato Fioristi Confcommercio  Sicilia  e  S.A.F  Scuola arte floreale, ed una mostra fotografica sui fiori; durante la serata non mancheranno i momenti di spettacolo, con la cantante costaricana interprete di grandi successi come El pam pam ed El tipitipitero Cecilia Gayle, e con la giovanissima catanese Ludovica Leotta.

Lascia un commento