“Rapporto fra Magistratura e Politica” tema del Convegno annuale degli ex-alunni dell’Istituto San Michele

Con il risveglio della natura, nel segno dei tepori primaverili, si rinnova, presso l’Istituto San Michele di Acireale, l’annuale tradizione del Convegno organizzato dall’Associazione degli ex-alunni del Collegio acese, in atto presieduta dal prof. Rosario Musmeci, Ispettore Centrale P.I. in quiescenza. Il festoso ‘rendez-vous’ si propone non tanto quale semplice ‘amarcord’, cioè un tuffo nel passato per rinverdire vecchie glorie, quanto, piuttosto, quale ‘festa dell’amicizia’, per rinsaldare il cameratismo tra antichi compagni di scuola e/o di classe, ma anche tra ex-alunni e superiori del Collegio, e riappropriarsi, sia pure solo per qualche ora, di quei luoghi che, per ciascuno degli ‘ex’ hanno costituito una vera e propria ‘palestra di vita’, trampolino di lancio verso successivi traguardi, il tutto nel segno dell’appartenenza alla comune famiglia formatasi con l’intuizione pedagogica di San Filippo Neri. Quantunque gli esiti non rispecchino le attese della vigilia, come testimonia il numero non certo elevato degli intervenuti al Convegno rispetto alle migliaia di alunni che del Collegio hanno scritto nel tempo indelebili pagine di storia, l’associazione degli ‘ex’ non demorde e, annualmente, ripropone le proprie attività socio-culturali. San MicheleIl programma della giornata iniziava con la celebrazione eucaristica presieduta, nella cappella dell’Istituto, dal Direttore, sac. Alfio Cantarella d.O.; di seguito, nel grande salone accademico in stile liberty, dopo la tradizionale foto di gruppo nel cortile, l’esame dei vari punti posti all’O.d.g. dei lavori, in primis il rinnovo del Consiglio Direttivo dell’associazione, giunto alla scadenza del mandato triennale; l’assemblea approvava all’unanimità le proposte emerse nelle scorse sedute del Direttivo, cosicchè prossimamente si procederà al rinnovo delle cariche sociali. Il momento ‘culturale’ era affidato all’ex-alunno dott. Francesco Bua il quale, Magistrato in quiescenza, riferiva su un tema quanto mai attuale, il rapporto tra Magistratura e Politica. Di seguito, la tradizionale consegna di pergamene e medaglie celebrative, nella ricorrenza del 50°, del 25° e del 15° anniversario del conseguimento del diploma di Maturità, e delle tessere dell’associazione agli alunni che sosterranno i prossimi esami di Stato. A conclusione della giornata, il tradizionale festoso pranzo conviviale nel grande refettorio

Nando Costarelli

Print Friendly, PDF & Email