Scuola / Cosa scegliere? Arriva “Eduscopio”, il sito web gratuito che valuta la qualità degli istituti

Ci avviciniamo a grandi passi verso la pausa natalizia e, subito dopo, per chi frequenta le scuole si porrà il problema delle preiscrizioni. Un appuntamento importante, se non decisivo, in particolare per quanti si trovano a passare dalle medie alle superiori. Gli alunni di terza media devono infatti scegliere la scuola che li porterà alla maturità e insieme con le famiglie valutare percorsi di studio che potranno riservare soddisfazioni e sorprese.

Cosa e come scegliere? È una domanda che si pongono soprattutto i genitori che cominciano a chiedere agli insegnanti, a “scrutare” le eventuali propensioni dei figli, a chiedere informazioni a chi è già “passato”, a raccogliere dati e impressioni sugli istituti papabili. Istituti che scuolanormalmente si impegnano in più o meno efficaci “open day”.

Un aiuto a chi dovrà scegliere viene quest’anno dall’iniziativa di Fondazione Agnelli, che ha elaborato Eduscopio.it, “un sito web – ha spiegato il vicepresidente della Fondazione, John Elkan – a disposizione di tutti, gratuito e utile non solo per gli studenti e le loro famiglie, ma anche per i docenti e i dirigenti scolastici, che permette di confrontare le scuole italiane, a partire dal modo in cui hanno preparato i loro diplomati per il percorso universitario”.

Eduscopio ha confrontato e valutato oltre 4mila scuole, considerando i risultati al primo anno di università di 700mila diplomati italiani (voti agli esami e crediti) in tre diversi anni accademici: il 2009/2010, il 2010/2011 e il 2011/2012. Naturalmente lo strumento ha dei limiti, uno dei quali si coglie subito: non sono considerati gli istituti professionali, che pure attraggono un consistente numero di famiglie e studenti alle prese con la scelta delle superiori. Il motivo è il mancato sbocco universitario. Così spiega il direttore della Fondazione, Andrea Gavosto: “Da anni facciamo studi simili sul territorio piemontese e uno, tra i tanti insegnamenti, che abbiamo tratto da questa esperienza è che i professionali mandano pochi studenti all’università per poter avere un campione statistico sufficiente a dare delle risposte. Il tipo di formazione che offrono non è pensato per la prosecuzione degli studi e non potevamo considerarlo in questo lavoro”.

In ogni caso Eduscopio è un bel passo avanti per chi cerca informazioni sulle scuole. Con facilità permette di individuare quelle con migliore successo e quelle invece dove ci sono difficoltà (sempre tenendo presenti i parametri). Basta andare sul sito internet e a quel punto ogni ragazzo o ogni genitore indica quale scuola/indirizzo ha scelto e seleziona di conseguenza il suo Comune di residenza. A quel punto schiaccia il pulsante “cerca” e ottiene una lista delle scuole migliori dell’area circostante.

Attenzione: il percorso è pensato sì per studenti e genitori, ma anche per gli insegnanti e le scuole stesse, perché – spiega il portale – “siano maggiormente responsabilizzate rispetto a una delle loro missioni formative – la preparazione e l’orientamento agli studi universitari – e possano finalmente conoscere gli esiti di questo lavoro: quali università e quali corsi di laurea scelgano i loro diplomati e quali risultati conseguano”.

Diventa, Eduscopio, uno strumento efficace per la valutazione delle scuole e dei percorsi. Probabilmente non esauriente, ma una bella idea e un servizio utile all’intero sistema scolastico. Una strada da percorrere.

Alberto Campoleoni

Print Friendly, PDF & Email