Solidarietà / All’ospedale “Garibaldi Centro” la “Stanza dei bimbi di Isabel” per aiutare i piccoli talassemici

Inaugurata all’ospedale “Garibaldi Centro”, nell’Unità operativa dipartimentale di Talassemia, la “Stanza dei Bimbi di Isabel”, un’area pediatrica trasfusionale realizzata grazie all’associazione onlus che porta il nome di una piccola e sempre sorridente bambina di Paternò, di 4 anni di età, affetta da  talassemia, che non ce l’ha fatta dopo essere stata sottoposta ad un trapianto di midollo osseo e ad una gravissima complicanza che ne ha decretato l’exitus.

La mamma, Daniela Rocco, ricorda così la piccola Isabel, impegnandosi, insieme ad altre mamme e volontari, ad aiutare i tanti bambini in difficoltà e le loro famiglie, perché “ogni bambino ha il diritto di sorridere”. Così tra le già varie attività intraprese dall’associazione “I bimbi di Isabel”, si aggiunge ora quella, forse la più significativa, perché la “stanza” è proprio quella dei giorni in cui Isabel stessa trascorreva le ore, assieme ad altri bambini piccoli e agli  adulti, per fare la periodica terapia trasfusionale. La “stanza” è stata inaugurata alla presenza delle massime autorità dell’azienda ospedaliera, il direttore generale dott. Fabrizio De Nicola e il direttore sanitario dott. Giuseppe Giammanco, dei direttori delle direzioni mediche dei presidi di Nesima e di Centro e di numerosissimi primari delle unità operative dell’azienda.

A dare il saluto iniziale ai convenuti, molti dei quali genitori e volontari dell’associazione, il responsabile della Uod Talassemia dott. Roberto Lisi, la presidente dell’associazione prof.ssa Daniela Rocco, l’assessore alla Sanità dott. Giuseppe Arcidiacono a nome dell’amministrazione del Comune di Catania. Tutto all’insegna e nel nome di una accoglienza nuova, di una umanizzazione dell’ospedale e di ogni luogo in cui la malattie e le sofferenze mettono a dura prova ogni persona, grande o piccola che sia, perché la vita possa sempre continuare a sorridere a tutti e, quando c’è il momento della “prova” essere “vissuta” al meglio!

A tagliare il nastro inaugurale l’attrice Francesca Litrico, e poi le foto e i report di rito con la stampa all’interno della stanza colorata, con giochi, libri e arredi a misura di …. bambini. Anche perché nuovi arrivi, nuove diagnosi di bambini con la talassemia continuano la mission di un reparto, nato negli Anni 50 come centro di lotta (cura, prevenzione e ricerca) contro una patologia – conosciuta comunemente come “anemia mediterranea” – diventata recentemente a prognosi aperta, centro aggregato allora ad una divisione pediatrica ed oggi a buon conto inserito nel Dipartimento Materno-Infantile dell’Arnas Garibaldi.

Vincenzo Caruso