Dagala del Re / Va in scena “Teatrando”, seconda edizione della rassegna per rivivere i fasti dello storico premio “Re d’Argento”

Sarà un fine settimana all’insegna del teatro e della cultura siciliana quello che si appresta a vivere la vivace comunità di Dagala del Re. L’associazione locale “Mondo Aperto Onlus”, con il patrocinio del comune di Santa Venerina, per il secondo anno consecutivo ripropone il memorabile e storico premio teatrale del “Re d’Argento”, all’interno di una rassegna denominata “Teatrando” che per questa’anno prevede tre spettacoli.

Una scena del film "Il medico dei pazzi" (1954, regia di M. Mattoli)

Una scena del film “Il medico dei pazzi” (1954, regia di M. Mattoli)

Aprirà il sipario della rassegna, venerdì 18 luglio, “U medicu di pazzi” di Edoardo Scarpetta, con adattamenti di Aldo Lo Castro, con la compagnia teatrale “I nati per caso” di S. Venerina. Si tratta di una messa in scena ispirata all’omonimo film del 1954 diretto da M. Mattoli, una brillante commedia con al centro gli esilaranti equivoci tra Totò e alcuni avventori. Ospite della serata l’attrice Maria Rita Leotta, del Teatro Stabile di Catania. Previsto, oltre ai saluti, un suo monologo. Sabato 19 luglio sarà la volta di “Fumo negli occhi” di Faele e Romano, con la compagnia teatrale “Le tre fontane” di Presa. Una commedia divertente e ironica, ricca di intrecci. Chiude la rassegna, domenica 20 luglio,“I difetti dell’onestà” di Pippo Scammacca, con la compagnia teatrale “I girovaghi” di Altarello. Si tratta di una commedia in tre atti e il titolo lascia intendere bene la comicità del copione.

Ospite delle serate di sabato e domenica l’attrice Kathrin Donzuso, attrice e cantante che vanta alcune partecipazioni al noto programma “Insieme”. La seconda edizione della rassegna “Teatrando” vedrà la partecipazione, in veste di presentatore, di Gianvito De Salvo, scrittore e pubblicista presso “La Gazzetta del Sud” di Messina.

“La riproposizione del premio Re d’Argento – fa sapere De Salvo – la si può considerare come una operazione sì teatrale ma soprattutto dalla valenza sociale. Infatti ciò che accomuna la rassegna non è tanto la professione delle compagnie e degli attori quanto piuttosto lo stare insieme: questo è l’obiettivo primario.” Vera Contarino, presidente di “Mondo Aperto Onlus” e sostenitrice della rinascita dello storico premio, aggiunge che “oltre allo stare insieme, anche riscoprire le radici del territorio e promuovere la cultura e il dialetto siciliano sono degli obiettivi cardini”.

L'attrice catanese Maria Rita Leotta

L’attrice catanese Maria Rita Leotta

Ripercorrendo alcuni ricordi delle passate kermesse – il primo premio Re D’Argento risale al 1981 e conobbe una battuta d’arresto nel 1992 – la mente ci porta alle brillanti partecipazioni di attori del valore di Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina, Turi Ferro, e moltissimi altri. La Contarino ammette che si tratta di “un passato che non possiamo dimenticare” e che “riprendere il premio e la rassegna significa ricordare chi ha lavorato nelle passate edizioni: penso a Tanino Casella, Saro Costa, Concetto Fresta, Sebastiano Garozzo, il preside Isidoro Nucifora”.

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.30, in piazza Immacolata a Dagala del Re con ingresso libero. Mentre la premiazione avverrà nel mese di settembre. Durante le serate il Comitato per i festeggiamenti in onore di Maria SS.ma Immacolata curerà la gastronomia con panini, siciliane e tanto altro. Se cercate riparo dalla calura estiva, volete alleggerire i vostri pensieri quotidiani con sane e divertenti risate e degustare della buona gastronomia, allora la seconda rassegna “Teatrando” di Dagala del Re è la vostra buona medicina! Non mancate.

Domenico Strano