Valverde / Domenica 15 secondo appuntamento con “Maggio in festa”. Grande attesa per il “Pasta madre day”

A Valverde – si legge così in una nota – fervono i preparativi in vista del consueto appuntamento domenicale con locandina Pasta Madre day“Maggio in festa”, fortunata kermesse organizzata dall’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Rosario D’Agata, che insieme all’Assessore al Turismo Luigi Torrisi, lavora in sinergia con gli operatori locali per promuovere le attività socio-economiche e, insieme al Santuario della Madonna Santissima di Valverde, tutti i siti di interesse religioso e culturale.

Ricco di appuntamenti il programma di domenica 15 maggio. Si registra grande attesa per il  “Pasta madre day”, un maxi-evento che coinvolge tutte le zone di Italia e diverse località del mondo, differenziato dall’assoluta libertà di partecipazione per appassionati, professionisti, dilettanti, gruppi di amatori, o singoli individui, che organizzano, nella propria città,  eventi di spaccio gratuito con il proposito comune di diffondere l’utilizzo della pasta madre e di trasmettere la propria passione. Un progetto nato da un’idea di Riccardo Astolfi che nel 2016 ha passato il testimone della gestione al gruppo “La pasta madre”. I visitatori di Maggio in festa troveranno la pasta madre nello stand Beddu Viddi, in Piazza del Santuario, negli orari della manifestazione.

Ancora per gli appassionati di arte – continua così la nota –, Maggio in festa ospita la “Mostra di pittura e scultura sacra” a cura del prof. Luca Indaco, allestita nella Chiesa Santa Maria della Misericordia di Valverde. Protagonisti, con altrettante opere, gli artisti: Massimiliano Alfonsetti, Stefania Alì, Palmina Barbagallo, PierManuel Cartalemi, Adriana Currenti, Anna D’Anna, Antonina Leotta, Angelica Longo, Giusy Desirè Palumbo e Rosy Torre. La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 29 maggio (orari: sabato dalle 18 alle 20; domenica dalle ore 10 alle 12 – dalle ore 18 alle 20 / ingresso libero).

“La scelta di realizzare una mostra nella chiesa Santa Maria della Misericordia è legata al desiderio di far ritrovare l’aspetto dignitoso e quel semplice splendore a questo luogo tanto suggestivo – sottolinea il curatore, prof. Luca Indaco -. Entrando per la prima volta all’interno di questa chiesa, ho subito percepito che bisogna fare qualcosa ed il modo con il quale un artista può è proprio con il mettere in mostra opere che affascinano visitatori per promuovere tanta “bellezza perduta”. La mostra di arte sacra, presenta 10 opere tra pitture e sculture di artisti, allievi ed ex allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Catania. Tali opere rappresentano personali interpretazioni di soggetti sacri, quali Madonne, Natività, Crocifissioni, Santi e riti religiosi di festività siciliane, realizzate con svariate tecniche: dall’antica pittura della tempera all’uovo su tavola alla moderna pittura ad olio con uso delle foglie d’oro su tela, dal marmo di pietra lavica e ottone scolpito, al gesso modellato su struttura metallica. Ho sempre pensato che gli artisti sono il mezzo terreno con il quale il Signore dipinge e scolpisce opere che servono per l’umanità anche sotto forma di denuncia “bianca” per la mancata sensibilità nei confronti di chi ha bisogno. Un luogo sacro, lasciato all’abbandono per così tanto tempo è purtroppo il riflesso della nostra società indifferente. Una Chiesa è la casa del Signore, ma è anche la casa di ognuno di noi, un luogo dove si è accolti amorevolmente e personalmente ho sentito accoglienza e calore all’interno della chiesa di Santa Maria della Misericordia, anche se è spoglia di ogni paramento religioso. Questa mostra è un punto di partenza per successivi appuntamenti artistico-culturali e nelle prossime manifestazioni cercherò di coinvolgere sempre più artisti, anche di nota fama, che contribuiranno ad omaggiare la Madonna della Misericordia. Porgo i miei più sinceri ringraziamenti al Governatore Avv. A. Corsaro e alla Confraternita della Chiesa Santa Maria della Misericordia per la loro completa disponibilità e l’apprezzamento del mio operato. Estendo i ringraziamenti al Sindaco del Comune di Valverde Rosario D’Agata e alla sua giunta comunale, che ha da subito promosso la mia iniziativa, mostrando interesse nei confronti della mostra e promuovendo le attività artistiche e culturali di questo paese etneo”.

mag
Foto di Giovanni Torrisi

Altra novità, il museo delle conchiglie “Franco Marescotti”, sito in Via del Santuario n.4 – c/o Villa Cosentino, Valverde, sarà aperto durante le domeniche di maggio dalle 9,30 alle ore 12,30. I visitatori potranno ammirare – si conclude così la nota -, in tutta tranquillità, una ricca vetrina di meraviglie della natura. Il museo è intestato all’architetto Francesco Marescotti, che in molti anni, in giro per il mondo, ha raccolto migliaia di conchiglie. La collezione negli anni ’80 è stata acquistata dal Comune di Valverde, insieme ad una ricca biblioteca di testi sulle conchiglie.

 

Il programma dettagliato
DOMENICA 15 MAGGIO:

MATTINA – Play Circus. Gioia, colori e fantasia… 6 artisti interattivi e coloratissime attrazioni a tema circense rappresentati dagli Artisti della Compagnia Cafè Express.

POMERIGGIO – Corteo Storico medievale e spettacolo a cura dell’Associazione Sicularagonesia.

 DOMENICA 22 MAGGIO:

MATTINA – “Frozen” e “Aladin” musical a cura della Compagnia Cafè Express.

POMERIGGIO – Solenni festeggiamenti in onore di Santa Rita da Cascia, co-Patrona di Valverde.

DOMENICA 29 MAGGIO:

MATTINA – Gran Teatro dei Burattini e gli artisti di strada della Compagnia Jocus, spettacolo scritto e diretto da Paolo Filippini.

POMERIGGIO – Solenni festeggiamenti in onore della festività del Corpus Domini.

 TUTTE LE DOMENICHE: Artigianato locale, Mercatino Etna Bio Km0 con degustazione di prodotti tipici, Folklore, Musica, Animazione e Arte di strada.

Orari delle messe domenicali: 8:00 / 9:15 / 10:30 / 12:00 / 19:00.     

Per informazioni: www.maggioinfesta.it

Print Friendly, PDF & Email