Filatelia / Erminio Macario, una comicità tutta italiana rivive in un francobollo

0
67
francobollo Macario

A 120 anni dalla nascita il Ministero per lo Sviluppo Economico ha emesso il 26 ottobre un francobollo dedicato al comico Erminio Macario.
Erminio nacque a Torino il 27 maggio 1902. Si distingue inizialmente nell’avanspettacolo diventando poi creatore della grande rivista musicale italiana incentrata sul ruolo principale del comico mattatore. Nasce in quegli anni la maschera di Macario, contraddistinta dal ricciolo sulla fronte che ispirerà anche il disegnatore Manca per un personaggio nel Corrierino dei Piccoli. Lavora con i principali sceneggiatori degli anni ‘30.

Macario, una carriera al top

Parallelamente cresce la sua fama anche nel mondo del cinema, con attestati importanti anche a livello internazionale. Nota la grande collaborazione artistica con Wanda Osiris, mentre i suoi spettacoli raccolgono il “sold-out” (come si direbbe oggi) nei teatri di tutta Italia. locandina Macario
Da talent scout scopre almeno 100 attrici che diventeranno grandi protagoniste della scena artistica e cinematografica italiana. Tra il ‘58 ed il ‘63 gira sette film con Totò, Taranto, Peppino e Fabrizi. Negli ultimi anni della sua carriera si affaccia al grande schermo ed anche qui il successo è garantito con audience tra l’80 ed il 90%.

Lascia le scene della vita il 26 marzo 1980 a seguito di un male incurabile. Una vita, quella di Macario, che ha portato tanta spensieratezza con quel suo sguardo ingenuo ed arguto, frutto di tanto studio e di una professionalità che tutto il mondo dello spettacolo gli ha sempre tributato. Per sua stessa ammissione fu sempre innamorato della sua Torino ma, come dicevano gli antichi romani, “nemo propheta in patria sua”, tanto che i maggiori successi li raccolse fuori dalla sua città.  Ammette il figlio Alberto che ancora oggi Torino non ha dedicato al papà una via o una piazza. annullo Macario

Un francobollo per Erminio Macario

Per fortuna ci ha pensato il M.I.S.E. che nell’ambito della serie “Le eccellenze dello spettacolo” ha voluto ricordare questo grande personaggio.  Il valore, da €. 1,20, è stato realizzato su bozzetto del Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Riproduce l’attore in abiti di scena in evidenza su un panorama di Torino in cui svetta la Mole Antonelliana.
Non a caso il 26 ottobre, la cerimonia di emissione si è tenuta proprio nella Mole, attuale sede del Museo Nazionale del Cinema, luogo ideale per ricordare Macario. Un uomo che ha portato spensieratezza, con le sue maschere volutamente disegnate tra ingenuità e furbizia, che hanno fatto divertire tante generazioni del passato, culla della comicità tutta italiana.

Giuseppe De Carli

Print Friendly, PDF & Email