AC Watch / La rubrica social di tutti e per tutti

Dall’idea di alcuni giovani di Azione Cattolica di Aci San Filippo, in primis del presidente di AC Sebastiano Catalano, è nata già di circa un anno la rubrica social AC Watch. Un’opportunità per affrontare diversi temi di attualità e luogo in cui tutti gli utenti dei vari canali social possono interagire direttamente con chi scrive. AC Watch vede Sebastiano Catalano coadiuvato da alcuni soci di AC: Alfio Munzone, addetto alle riprese e montaggio video; Ylenia Consoli, social media manager e presentatrice delle interviste; Riccardo La Spina, coordinatore e consulente per quanto riguarda i testi; Andrea Cittadino che si occupa della cura della pagina web.

Perché AC Watch?

AC Watch è stata pensata – dice il presidente di AC Seby Catalano – per dare voce ai tanti giovani e non solo che hanno curiosità su tutto ciò che accade, dai fatti di cronaca che ogni giorno sentiamo al telegiornale agli argomenti religiosi e spirituali. La nostra idea è quella di sentire l’opinione di tutti coloro che ci seguono sui social. Vogliamo che siano proprio loro a proporre argomenti da trattare per capire cosa cercano, quali sono i loro interessi e curiosità”.  L’idea quindi è quella di riportare tutte le informazioni che attraversano il nostro quotidiano e che ci mettono in costante difficoltà perché non riusciamo a trovare le dovute risposte. Ecco perché la scelta dei temi da trattare non avviene a caso ma attraverso dei sondaggi nelle stories contenute nelle pagine Facebook e Instagram.

ac watch rubrica social riprese

AC Watch / Quali argomenti affronta la rubrica social

AC Watch infatti, già dalla sua prima uscita, si è occupata di un tema abbastanza discusso in quel periodo: i vaccini. Ricordiamo che ci trovavamo nel momento in cui cominciarono ad essere somministrate le prime dosi del vaccino anti-Covid 19. “Abbiamo pensato che poteva essere un argomento accattivante per la gente che segue i social in quanto tutti eravamo alla ricerca di risposte su questo tema” dice in merito Ylenia Consoli, membro della squadra di AC Watch. Importantissimo qui è stato il contributo di due esperti nel settore, Daniele Tumminello, ex socio di Azione Cattolica e infermiere all’ospedale di Acireale, e Rossella Strano, endocrinologa.

Dopo i vaccini si è passati ad altri temi non meno importanti, tra cui l’Etna che in quel determinato momento affascinava locali e non con le sue continue eruzioni. L’esperto in questo settore che ha aiutato i ragazzi nella conoscenza dell’argomento è stato Fabrizio Zuccarello, guida ambientale escursionistica. Un altro argomento trattato è stato la scoperta e valorizzazione del nostro territorio. L’equipe di AC Watch ha fatto scoprire al mondo social le bellezze che il comune di Aci Catena presenta. Bellezze che forse non tutti i residenti conoscono. Grazie anche all’aiuto del sindaco di Aci Catena Nello Oliveri, di don Enzo responsabile dell’Eremo di Sant’Anna, don Carmelo Sciuto parroco del Santuario di Maria SS. della Catena. Ma anche don Roberto Strano parroco della Basilica di Aci San Filippo, Vera Quattrocchi guida turistica abilitata della Regione Sicilia.

AC Watch / Un nuovo progetto per la rubrica social

Da quasi un anno la squadra di AC Watch si avvale del contributo di nuovi membri. Rossella Greco e la sottoscritta, aiutati da don Arturo Grasso, direttore dell’Ufficio Diocesano delle comunicazioni sociali. AC Watch ha deciso di seguire il nuovo cammino intrapreso dalla chiesa: il cammino sinodale. “Le comunicazioni sociali sono un modo per arrivare alla gente e dato che siamo nel tempo dell’ascolto daremo voce a tutti coloro che vogliono esprimere la loro opinione, vicine o lontane alla chiesa”, dice don Arturo.

ac watch rubrica social

Con questo progetto è nata anche una Tv web. Tutto il materiale prodotto per questo argomento (interviste, sondaggi), infatti, è montato e pubblicato nella pagina AC Watch. I membri dell’equipe seguiranno don Vittorio Rocca, responsabile del cammino sinodale per la Diocesi di Acireale, nei suoi spostamenti e documenteranno tutto. Sono già state prodotte interviste durante la celebrazione dell’apertura del cammino in Cattedrale ad Acireale. È stato domandato ai ragazzi di varie realtà parrocchiali cosa si aspettano dalla chiesa e come la vorrebbero. Insomma in questi anni AC Watch cercherà di capire e far capire cosa significa chiesa in uscita, qual è il compito dei presbiteri e dei laici in questo cammino.

AC Watch non si ferma. È in continuo lavoro per cercare di dare una risposta a tutto ciò che la gente vuole sapere e scoprire insieme a loro ciò che ci circonda. Ricordiamo che potete seguire AC Watch sui canali social Facebook e Instagram e trovare i video completi delle interviste anche su YouTube.

Maria Catena Sorbello

Print Friendly, PDF & Email