Aci S. Antonio / Al via le domande di contributo per gli organizzatori di attività ludiche e i centri estivi

In attuazione delle Linee Guida Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Decreti regionali, il Comune di Aci Sant’Antonio intende promuovere e sostenere il potenziamento dei centri estivi e delle attività ludico-ricreative ed educative da avviare o già avviati sul territorio santantonese in favore di bambini e ragazzi di età compresa fra i 3 e i 14 anni, da organizzare da giugno a settembre 2020.
E lo fa – si legge in un comunicato – attraverso un contributo economico che potrà essere erogato a conclusione delle attività, dietro rendicontazione degli organizzatori.
Possono presentare domanda per avere il contributo le associazioni di volontariato e di promozione sociale, le cooperative sociali, le parrocchie e chiunque persegua finalità educative/ricreative e/o socio-culturali a favore di minori attraverso l’organizzazione di attività estive, trovandosi in possesso dei requisiti di cui all’art. 80 del Codice Appalti (D. Lgs.vo 50/2016 e ss. mm.), ove previsto dalla legge, di Statuto e/o atto costitutivo, di iscrizione alla Camera di Commercio (ove previsto dalla legge) e di iscrizione al Registro delle Associazioni di Volontariato o di Promozione Sociale.
Gli interessati possono presentare istanza (come da modello presente sul sito web ufficiale del Comune) e allegare il progetto organizzativo dettagliatamente descritto, con assunzione di responsabilità, condivisa
con le famiglie, verso i bambini e gli adolescenti accolti, considerando il particolare momento di emergenza sanitaria in corso, e indicando anche gli eventuali costi.
Bisognerà inoltre accettare tutte le prescrizioni del DPCM del 17 maggio 2020 e delle Linee Guida a tale DPCM allegate, a pena di esclusione (garantire quindi l’accessibilità degli spazi, le strategie generali per
il distanziamento fisico etc).
La domanda di partecipazione con tutta la documentazione dovrà essere inviata all’Ente entro le 12.00 del 30 luglio p.v. in busta chiusa, o inoltrata via PEC a comune-acisantantonio@legalmail.it.
La concessione del contributo si baserà sulle spese per la sanificazione, per le attrezzature, per la partecipazione gratuita di minori con particolare disagio socio-economico-familiare e di minori-H, per il numero totale dei partecipanti e per la durata complessiva. Una volta concluse le attività, gli interessati dovranno trasmettere al Settore Servizi Sociali una relazione-consuntivo di quanto svolto con documentazione dettagliata delle spese.
II Settore Servizi Sociali potrà poi esercitare senza preavviso i poteri di vigilanza e controllo, come da standard previsti dalla normativa.
“In seguito alle costrizioni in casa dei mesi scorsi, le attività estive diventano quasi fondamentali per i ragazzi – ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali, Antonio Scuderi – e il nostro Comune sta mettendo in
campo quanto dovuto per permettere a chi si premura di organizzare le attività di farlo dietro contributo. Speriamo che questo possa consentire a diverse famiglie di trascorrere un’estate quanto più serena possibile”.
Il sindaco Santo Caruso pone l’accento sulla sicurezza: “È importante impiegare il tempo estivo in maniera costruttiva, svagandosi, ma è importante farlo anche nel rispetto delle misure previste per evitare qualsiasi problema legato all’emergenza sanitaria ancora in atto. Noi faremo la nostra parte al fianco degli organizzatori, ma è bene che si osservino con cura le linee guida e i dettami dei Decreti”.

Print Friendly, PDF & Email