Aci Trezza / Non si sono fermate nel periodo estivo le attività della parrocchia “San Giovanni Battista”

Anche la parrocchia “San Giovanni Battista” in Aci Trezza, durante il periodo estivo, ha proseguito nel suo impegno a favore delle varie realtà giovanili e a sostegno delle tante famiglie del borgo marinaro, proponendo tante attività e momenti d’incontro che, in tutta sicurezza, non potevano certamente mancare dopo i lunghi mesi di lockdown, in cui tutto ciò si è dovuto svolgere dietro uno schermo di computer. In primis l’oratorio estivo, dal tema “ArriCampiamoci – Perchè la vostra gioia sia piena!”, che, nel rispetto delle varie disposizioni anti-covid, ha registrato un gran successo sia per i ragazzi che per gli animatori (quasi 60 complessivamente); svoltosi presso il campetto parrocchiale con tanti giochi, momenti di preghiera, attività con la simpatica presenza di un ospite special, il clown “Il Pimpa”, e la gita al parco-avventura con le famiglie.   

La catechesi per i ragazzi, che a settembre e ottobre riceveranno i sacramenti della prima Comunione e della Cresima, in un certo qual modo è stata inserita in un contesto d’oratorio, con l’aggiunta di incontri specifici (all’aperto presso la parrocchia Santa Maria la Nova), che hanno visto in alcuni casi anche il coinvolgimento dei genitori. Sono state pensate anche tante giornate formative, d’incontro, di spiritualità e di svago per i gruppi animatori, giovanissimi, giovani e ministranti, che hanno visto un impegno continuo e assiduo per ripartire ancora più forti di prima.

Il Centro Redemptoris Mater, casa in montagna della stessa parrocchia, che purtroppo quest’anno non ha visto la realizzazione del campo parrocchiale estivo, è stato, però, meta di quasi tutti questi momenti d’incontro, tranne di quelli “fuori porta” (pellegrinaggio a Siracusa, attività in una piscina privata, ecc.). “Ogni ripartenza è un nuovo stimolo per scommettersi sempre più e guardare a un futuro migliore, ricco di speranza e orientato a nuovi successi” ci ha dichiarato il vicario parrocchiale, don Orazio Sciacca.

Guido Leonardi

Print Friendly, PDF & Email