Acireale / Ancora visitabile la mostra sull’ottantesimo del passaggio degli Alleati in città

0
77
mostra passaggio alleati acireale

Il  liceo Gulli e Pennisi  di Acireale ha ospitato una mostra di foto e documenti d’epoca sull’ottantesimo del passaggio degli Alleati ad Acireale, avvenuto l’8 agosto 1943, accogliendo l’invito dell’Associazione Filatelica e Numismatica acese,  che ha promosso e allestito l’evento. E’ importante  mantenere la memoria storica e trasmettere il ricordo degli eventi tragici della guerra, che segnarono fortemente la vita dei nostri nonni e genitori.
Eventi che comportarono per la Sicilia le violenze dei due opposti schieramenti, le stragi, le bombe sganciate dagli aerei alleati e le mine antiuomo piantate nel terreno dai tedeschi.
Questi, prima circospetti alleati, divennero improvvisamente nemici all’indomani dell’Armistizio, divulgato subito dagli anglo-americani.

Presentazione mostra su alleati ad Acireale
Presentazione mostra al liceo Gulli e Pennisi

Passaggio degli Alleati ad Acireale

Trasmettere il ricordo diventa sempre più difficile man mano che il tempo dirada le testimonianze e ci porta via non solo i testimoni diretti ma anche coloro che ne raccolsero il racconto.
I primi di agosto del ’43, a meno di un mese dallo sbarco in Sicilia, gli anglo-americani riuscirono ad arrivare oltre Catania, in direzione Messina, incalzando i tedeschi in fuga che tentavano di rallentare la loro avanzata minando i campi e creando sbarramenti. Nell’imminenza dell’abbandono di Acireale essi pianificarono l’esplosione di alcuni grandi palazzi e chiese del centro cittadino tra cui la Cattedrale, il palazzo della banca di via Ruggero VII, l’ospedale.

A impedire queste distruzioni furono alcuni cittadini, veri eroi, che cancellarono dai monumenti i segni apposti dai tedeschi per indicare alle pattuglie che sarebbero passate di lì a poco dove posizionare gli ordigni. Furono l’ex podestà Mario Gulisano, il comandante dei Vigili urbani Rosario Pavone, il vigile Rosario Pagano, la guardia notturna Venerando Leotta, il netturbino Sebastiano Battiato.
Altri racconti, non riportati in questa mostra, si possono raccogliere in tutta la zona dell’acese. Qui altri siciliani furono protagonisti di piccoli e grandi atti di eroismo a vantaggio della collettività che sarebbe doveroso raccogliere.mostra sbarco Alleati ad Acireale

Ancora visitabile la mostra sul passaggio degli Alleati ad Acireale

La mostra, già allestita presso il salone dell’Accademia degli Zelanti nel Palazzo di Città in occasione delle giornate FAI d’autunno del 14 e 15 ottobre , è stata riproposta al Liceo Classico. Ad inaugurarla nell’Aula Magna dell’istituto il presidente dell’Associazione Filatelica Carmelo Rosario Bottino, coadiuvato dalla professoressa Laura Torre e da Jano Calderone, ex alunno del Gulli. I ragazzi presenti hanno seguito con interesse l’evento, assistendo alla proiezione di un filmato d’epoca dell’Istituto Luce sullo sbarco degli Alleati e sulle azioni belliche di quell’anno. Ha fatto seguito un dibattito partecipato, al termine del quale la biblioteca del liceo ha ricevuto in dono un volume fotografico che tratta dell’evento storico.

Nei giorni seguenti, classi del Liceo Scientifico Archimede hanno visitato l’esposizione, riproposta da un servizio di Etna Channel. La mostra, dopo il Liceo Classico, è attualmente riproposta e visitabile fino al 24 novembre al Palazzo di Città per l’occasione delle Giornate FAI per le scuole.

 

Maria Ortolani

 

Print Friendly, PDF & Email