Acireale / Da giovedì 20 tour serale per Acireale al gusto del “Costarelli” tra palazzi barocchi e chiese

È vero che la luce naturale del sole illumina e rende merito alle storiche, belle e singolari  architetture di ogni città e ne permette di “mettere a fuoco” dettagli e particolari. Non a caso i turisti sfruttano molto queste ore della giornata per scoprire maggiori segreti dei nuovi posti che si accingono ad esplorare. Tuttavia, è risaputo che passeggiare sotto un cielo colmo di stelle ha il suo fascino. Immaginiamoci un giro turistico lungo “i tesori” artistici che il posto propone, attraverso l’illuminazione artificiale notturna, che gioca sul contrasto “buio” del cielo, “luci calde ma decise” dei monumenti. Potremmo parlare di due volti della stessa cittadina, in base ai punti di vista, o, meglio, al modo in cui viene illuminata.

L’associazione “Costarelli”, con il suo presidente Mario Di Prima, propone questa seconda possibilità di visita, ovvero in serata, alla città di Acireale ed ai suoi monumenti del centro storico. Si tratta di un tour organizzato ogni giovedì, a partire dal prossimo 20 luglio, che per tutto il periodo estivo, fino al mese di settembre, accompagnerà gli interessati alla scoperta del nostro patrimonio storico-artistico. Il punto di ritrovo, per quanti abbiano voglia di intraprendere la passeggiata in notturna, sarà l’antica pasticceria Costarelli, in piazza Duomo 20, dove, a partire dalle 20:30, si potrà dare la propria adesione, attraverso una quota di iscrizione, ed intraprendere così la visita stabilita. Una guida, dopo il cocktail di benvenuto, sarà pronta a condurre gli appassionati di arte, ma non solo, in piazza San Domenico, su cui si affaccia la chiesa omonima, colmandola della sua bellezza e magnificenza. Anche il Palazzo Musmeci sarà sottoposto all’attenzione degli osservatori.

Punto di maggiore intrattenimento costituirà il Palazzo Fiorini, giacché se ne visiteranno alcuni saloni e si potrà godere, dalla sua terrazza, della vista panoramica sulla città barocca. Altra progressiva sosta si effettuerà nella Basilica di San Sebastiano, per ammirarne l’esterno ma anche l’interno, con gli affreschi del pittore acese Paolo Vasta e l’annessa Sala del tesoro. L’anello si chiuderà nel punto in cui si è aperto, proprio in piazza Duomo, per attenzionare la facciata del Palazzo Municipale, la Basilica dei Santi Pietro e Paolo e la Cattedrale con la sua meridiana ed il museo. La degustazione della granita “Canasta”, sempre nei locali della pasticceria Costarelli, contribuirà a concludere “in dolcezza”, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la serata unica nel suo genere, trascorsa tra l’arte, la cultura, la storia della barocca Acireale.
“Si tratta di un’iniziativa che abbiamo ideato per dare la possibilità ai turisti, ma non soltanto a loro, anche ai cittadini acesi, a quelli dell’hinterland, di poter conoscere o rivalutare il locale patrimonio artistico e di poterne apprezzare il grande valore” ha affermato  il presidente dell’ Associazione Mario Di Prima. Non rimane, dunque, che cogliere l’occasione al volo, per fare un tuffo serale nella storia e nella bellezze artistiche che il passato ci ha tramandato, in una cornice fatta di luci ed ombre. Queste ultime con connotazione esclusivamente positiva.

Rita Messina   

Print Friendly, PDF & Email