Acireale / Delegazione statunitense in città in ricordo di Mario Marano benefattore emigrato

Sei studentesse della John Cabot University e la loro insegnante di Arte e Storia. Assieme a loro la delegazione della New Jersey Italian Heritage Commission, guidata dal chairman Bob Di Biase, accompagnato dalla giornalista Eszter Vajda responsabile del progetto “You, me and Sicily”.
Vajda, con il prof.Rosario Faraci, presidente della Fondazione “Bellini”, ha promosso l’interessante iniziativa.

E’ stata una giornata intensa – si legge in una nota del comune di Acireale – quella trascorsa in città da un gruppo di studenti americani della “John Cabot University”.
Il gruppo ha incontrato in Curia il vescovo mons. Antonino Raspanti, al Palazzo di Città il sindaco ing. Stefano Alì, il presidente del Consiglio comunale, Fabio Fontanesca, gli assessori dott. Fabio Manciagli, avv. Mario Di Prima, Giovanni Raciti e l’ing. Salvo Grasso, nonché il consigliere comunale dott. Giuseppe Ferlito.

sindaco Al' e delegazione statunitense
Il sindaco Alì (di fronte) si intrattiene con la delegazione statunitense

Studenti statunitensi ad Acireale per ricordare il cavaliere Mario Marano

E’ stata l’occasione per ricordare il cav. Mario Marano, che della New Jersey Italian Heritage Commission fu uno dei promotori, impegnandosi in vita e nel lavoro ad integrare gli emigrati italiani in America. Marano, alla sua morte, ha voluto testimoniare il suo amore verso Acireale, donando una generosa somma di denaro alla Diocesi, al Comune di Acireale ed alla Fondazione “Bellini”.

vescovo Raspanti e il gruppo statunitense
Il vescovo Raspanti e la delegazione statunitense

Queste hanno impegnato a vario titolo le risorse della donazione. Per la ristrutturazione del campanile della Cattedrale, e la realizzazione di una statua in ricordo degli emigranti a Santa Maria La Scala. Ed anche per il concorso di idee e di progettazione per il rifacimento del Teatro Bellini.

Da parte sua, Bob Di Biase ha auspicato che si possano intensificare gli scambi culturali della comunità italo-americana con gli acesi, come era espresso desiderio del cav. Marano.
Nel suo “giro” acese, la delegazione statunitense è stata accompagnata dai consiglieri della Fondazione “Bellini”, dott. Giovanni Cirelli e prof. Salvo Fichera. Dall’avv. Salvo Emanuele Leotta, presidente della Consulta comunale della Cultura, e dalla prof.ssa Licia Arcidiacono, dell’associazione culturale “Scarti”.

 

Print Friendly, PDF & Email