Acireale / Il ministro Adolfo Urso in visita nella sua città

Il senatore Adolfo Urso, neo Ministro delle Imprese e del Made in Italy del governo Meloni, è venuto in visita ad Acireale, sua città natale. E’ stato accolto nell’antisala comunale dal sindaco Stefano Alì e dal presidente del consiglio comunale Fabio Fontanesca. Un folto numero di amici ed i familiari del ministro erano presenti alla cerimonia.

Il sindaco Alì ha salutato l’ospite ricordandogli le problematiche di maggior rilievo della città e chiedendogli sostegno. Ha subito evidenziato il problema della transazione delle zone economiche speciali nell’ambito dell’area artigianale.
Queste sarebbero un ottimo traguardo per la città visto che, a tutt’oggi, la zona artigianale non è ottimale.
Ha poi citato lo sviluppo turistico che negli ultimi anni ha visto il declino causato anche dalla chiusura di diverse attività turistiche. “Sarebbero interessanti, ha sottolineato il sindaco, delle misure specifiche per attivare interventi che possano attirare gli imprenditori ad investire nel territorio”.Il ministro Urso visita Acireale

Illustrati al ministro Urso i problemi della città

Non meno importante anche l’identificazione del paesaggio agrumicolo come caratteristico del nostro territorio. Il sindaco, ha poi posto l’attenzione sulle problematiche derivanti dal sisma del 2018 e non ancora risolti.
Non si poteva non parlare  del ciclo dei rifiuti che allo stato attuale è bloccato ed ha indotto l’amministrazione, visti i costi, ad innalzare la tassa rifiuti. Anche il servizio idrico integrato è un altro enorme problema a livello regionale. Oneroso è pure il costo dell’energia elettrica che in Sicilia risulta assai elevato rispetto alle regioni del nord.

L’ultimo problema attenzionato è quello del PNRR. Avendo la città circa 60 milioni di debiti non può, certamente, perdere questa opportunità.
Dopo l’intervento del sindaco, il commissario straordinario per la ricostruzione post sisma, dott. Salvatore Scalia, ha sottolineato la necessità di ogni singolo territorio, colpito dal terremoto, di essere valutato come un’unica zona che necessita di aiuto e sostegno.Urso ad Acireale

La gioia del ministro Urso di essere nella sua Acireale

Poi è stata la volta del ministro Urso che ha manifestata la gioia di trovarsi ad Acireale e, soprattutto, accanto alla sala consiliare dedicata all’amico Pietro Filetti. Si è detto soddisfatto della presenza della sua famiglia e di tanti amici che lo hanno sempre supportato.
Ad Acireale, ha sottolineato il ministro, ha imparato ed ha portato con sè quello spirito e quegli insegnamenti che oggi applica nel ruolo che ricopre.  Si è particolarmente interessato alle criticità sottolineate dal sindaco perché vissute anche da lui e dalla sua famiglia.

Ha ritenuto rilevante l’importanza del limone dell’Etna come caratteristica del nostro territorio. Argomento a lui caro già dal suo impegno del 2001 quando, come ministro, per primo introdusse le indicazioni geografiche. Allora nessuno conosceva il termine, oggi siamo il primo paese con più indicazioni geografiche.
E abbiamo costruito una cultura del territorio con i nostri prodotti che hanno una ben precisa collocazione geografica e come tali  identificano i nostri territori. Spera che sia così anche per il limone dell’Etna.

Alla fine della cerimonia il sindaco ed il presidente del consiglio comunale Fabio Fontanesca hanno consegnato al senatore Urso una scultura in legno, raffigurante lo stemma di Acireale. Il ministro ha poi firmato il libro delle persone illustri in visita ad Acireale.

Mariella Di Mauro

 

Print Friendly, PDF & Email