Acireale / “Il mito dell’effimero”: sabbia vulcanica, coriandoli, fiori e frutta per pregevoli opere d’arte

0
167
il mito dell'effimero

“ Il Mito dell’Effimero”, curato dalle associazioni Coriondolata Acireale, CulturArte Noto, Inverdurata di Pachino e Portopalo insabbia, è in svolgimento oggi, 25 aprile, in piazza Duomo, ad Acireale. L’evento è una grande occasione per condividere l’avvio di un’ esibizione  artistica di rilevanza internazionale. Il progetto, inoltre, coinvolge un gruppo di artisti brillanti e spiccatamente creativi.

Il programma prevede la realizzazione di pregevoli opere che rimarranno esposte al pubblico per almeno 48 ore. A tal riguardo, come dichiarato da Dario Liotta, presidente dell’associazione Coriandolata, “si tratta di una manifestazione che pone in risalto il valore e la bellezza dell’arte effimera”. “Il termine medesimo – ha soggiunto – allude proprio alle tipologie di materiale che si adoperano per le varie produzioni artistiche”.

La particolarità, infatti, risiede nel sapiente utilizzo di frutta, fiori, sale, coriandoli, e sabbia vulcanica. Le performance, eseguite da una squadra di esperti “decoratori”, avvengono su basi cartacee, svariati oggetti lignei e sul selciato stradale. L’ampio repertorio di “strumenti” contribuisce, altresì, ad ottimizzare ulteriormente la tecnica compositiva. Saranno, pertanto, esibiti tappeti decorati, esemplari di sculture in ghiaccio e vari disegni dei “madonnari”.mito dell'effimero

Lavoro d’équipe per il “Mito dell’effimero”

Degno di menzione e considerazione anche il fervido spirito di collaborazione che emerge dalle associazioni operanti nel settore. A tal riguardo, come dichiarato dallo stesso Liotta, “i capisaldi del nostro lavoro si fondano sull’unione e sulla cooperazione”. “Solo attraverso un elevato grado di interazione – ha puntualizzato – è possibile progredire e conseguire dei risultati soddisfacenti. L’ interscambio di idee, impressioni ed opinioni è il punto di forza del nostro operato”.

“Credo – ha continuato a spiegare – che il progresso possa avvenire solamente attraverso un’attiva compartecipazione tra i soggetti promotori”“Proprio come avvenuto sino a questo momento,  il piglio collaborativo e la costante reciprocità continuano ad essere la nostra strategia prediletta. “Difatti – ha precisato– l’applicazione di questi principi ha consentito di ottenere importanti traguardi  e riconoscimenti ”. “ Tra gli obiettivi preponderanti – ha aggiunto – rientrano pure la divulgazione e promozione di questa meravigliosa arte nel mondo”.

Da diversi anni, l’associazione ha partecipato assiduamente a numerosi congressi nazionali e mondiali. In più, dal 2017 svolge un ruolo di rilievo all’interno di scuole pubbliche e private mediante la pianificazione di appositi laboratori didattici. Questi ultimi rivestono un importante ruolo istruttivo ai fini della formazione degli aspiranti “posatori”. Riguardo a ciò, il presidente ha riferito che “ in molteplici occasioni l’associazione ha presenziato, con laboratori ed estemporanee d’arte, a diverse mostre e manifestazioni pubbliche”.

Occorre pure evidenziare che, il 7 luglio 2017,  il “sodalizio” artistico della Coriandolata è stato accettato dalla “ Coordinadora International de Entidades de Arte Effimero”. Con sede a Barcellona, l’ente spagnolo  organizza periodicamente degli incontri intercontinentali finalizzati alla diffusione delle arti effimere. Dal 2018, invece, il gruppo Coriandolata è associato alla “Consulta alla Cultura della città di Acireale”.

 

Livio Grasso 

Print Friendly, PDF & Email