Acireale / La Coriandolata il 29 giugno a Roma per l'”Infiorata storica”. Domani conferenza stampa di presentazione

Da Tusa a Roma. Lasciatisi alle spalle l’esperienza del “Rito della luce” di Antonio Presti, i posatori dell’associazione Coriandolata® di Acireale, si accingono a vivere un altro momento emozionante.
Il 29 giugno, voleranno alla volta della Capitale, per prendere parte alla IX edizione dell’”Infiorata storica di Roma”, promossa dalla Pro Loco Roma e dall’UNPLI, alla quale prenderà parte anche la Pro Loco Acireale, tra le Pro Loco d’Italia.
La partecipazione – informa una nota stampa dell’associazione – sarà ufficializzata domani, alle 10.30, in conferenza stampa al Caffè Ristobistrot Famiglia Espedito, in piazza Garibaldi n.1/2, da parte del vicepresidente Salvo Raffa e i dirigenti della Pro Loco Acireale, Alessio Paradiso, Angelo Grasso e Angelo Peluso.

L’incontro che sarà moderato dal giornalista Gaetano Rizzo, vedrà la presenza del presidente della Coriandolata® Dario Liotta, che illustrerà l’opera che sarà presentata nella Città del Vaticano proprio nel giorno dedicato alla Solennità dei Santi Pietro e Paolo, patroni della città.
I posatori si cimenteranno nella realizzazione in loco di una gigantografia raffigurante San Sebastiano, compatrono di Acireale. Un omaggio alla città, ma anche per mettere in evidenza il forte legame con i suoi devoti.
“Acireale è San Sebastiano – cita la descrizione – un legame che si perde nella notte dei tempi, storia che fonde in se fede e devozione,  religione e  folklore, gioia e appartenenza ad una comunità fiera, legata alle tradizioni. San Sebastiano è un momento d’incontro, di ritrovo, di sentimento per tutti gli acesi, ovunque essi siano.”
Sette posatori (Annalisa Liotta, Valeria Castorina, Lillo Di Maria, Miriana Raciti, Federica D’Agostino, Daniele Lorenzon, Francesca Laudani), lavoreranno sul luogo, con l’ausilio di coriandoli monocromatici e sabbia vulcanica, nel pieno rispetto della tecnica con cui è nata l’associazione.
Ma non saranno i soli: con loro maestri infioratori che da Via della Conciliazione fino a Piazza Pio XII, si riuniranno realizzando opere sacre. Le origini della manifestazione risalgono alla prima metà del XVII secolo da un’idea di Gian Lorenzo Bernini.
In conferenza stampa sarà presente anche il fotografo Marcello Trovato che renderà omaggio alla Città di Acireale, con foto dei suoi siti più belli accompagnati da minuziose descrizioni.
Per l’associazione Coriandolata®, prima presenza alla manifestazione, si va a chiudere un mese carico di appuntamenti che oltre a Tusa e a Roma, ha visto la sua partecipazione anche a Randazzo in occasione dell’iniziativa “Randazzo in Fiore tra natura ed arte 2019” che si è tenuta domenica 9 giugno. Per l’occasione sono stati esposti tre quadri: “Dama con il ventaglio”, “Tempo di raccolto” e  “Frida Kahlo”. Al contempo i posatori hanno dato dimostrazione dell’uso della loro tecnica ai curiosi, lavorando su parte dei quadri che saranno per l’occasione presentati a Milo a luglio, in occasione di un’estemporanea di arte che avrà come tema “I 4 elementi”.