Acireale / La Pro loco scende in campo con una nuova sede e un programma di animazione natalizia

La Pro Loco di  Acireale si mette in moto, a cominciare proprio da questo Natale con diverse iniziative che proveranno ad animare il centro storico, con l’auspicio di essere di supporto ai commercianti acesi che vivono un momento di grandissima difficoltà insieme a tutta la popolazione.
“Dopo la presentazione online del nuovo sito web della Pro Loco di Acireale,- informa una nota dell’associazione – è ora di scendere in campo, dichiara il presidente Guglielmo Paradiso. Il Natale è solo l’inizio e la Pro loco , costituita due anni fa sul territorio di Acireale, è pronta a dire la sua, e a contribuire allo sviluppo turistico/culturale e sociale della Città”.
Alcune iniziative si sono realizzate già durante gli anni precedenti, ma una  grande scommessa sarà l’apertura della nuova sede, che grazie a un finanziamento per la partecipazione a un bando europeo del GAL Terre di Aci, si potrà strutturare in un Hub Turistico con info point attrezzato, moderno ed adeguato alle nuove tecnologie.

Salvo Raffa, vice presidente della Pro loco

Sarà un punto nevralgico nel cuore della Città, ma in cantiere ci sono tante altre attività che saranno promosse anche prima della fine dell’anno, a cominciare dal corso di formazione per l’introduzione alla degustazione dei vini realizzato in partnership con l’AIS Sicilia, per continuare con un altro corso per commercianti, ed in particolare per supportarli nell’allestimento delle proprie vetrine; poi quello sul cicloturismo che si intende realizzare anche con la collaborazione del CSI di Acireale.
«Il convolvere diverse realtà già presenti sul territorio» – dichiara Salvo Raffa, vice presidente della Pro Loco Acireale – «vuole proprio rafforzare il fondamentale lavoro di rete con tutti gli attori sociali presenti nella nostra Città». La Pro Loco di Acireale, già dai suoi primi passi intende creare reti e collaborazioni per attenzionare  tutto il territorio comunale, le sue potenzialità dal mare alla montagna, ed intende essere un punto di riferimento anche per le attività sociali, in quanto da soli non si va da nessuna parte.
«Abbiamo raccolto la segnalazione di alcuni abitanti della frazione di Capomulini – continua Raffa – e su questo ci stiamo attivando per creare insieme a loro quei momenti che permettano a tutta la popolazione di non sentirsi dimenticati, neanche dalle associazioni di volontariato».
«La Pro Loco» – conclude Paradiso – «intende contribuire ad un riscatto sociale, alla salvaguardia e promozione concreta del nostro patrimonio immateriale ed a uno sviluppo di turismo ragionato anche dopo questa pandemia che ha fortemente modificato il nostro agire».

 

Print Friendly, PDF & Email