Acireale / Pittura e fotografia nel vernissage “Arte visiva” come nota di colore e segno di rinascita

Venerdì sera, in piazza Duomo, Acireale ha accolto con molta partecipazione il vernissage di Arte Visiva che ha voluto segnare un punto di ripartenza all’insegna dell’arte e dell’impegno culturale.
Alla presenza del sindaco Stefano Alì, dall’assessore Fabio Manciagli e dei noti ospiti preannunciati, quali Rita Nicotra, critico d’arte, e Marcello Trovato, esperto della comunicazione, direttore della fotografia e regista,
i presidenti delle associazioni che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento, fortemente voluto dal marchio d’arte Charm Of Art, hanno condiviso il sentimento promotore della manifestazione: permettere agli abitanti di Acireale di ripartire proprio dall’arte della pittura e della fotografia, all’insegna del colore, delle emozioni e dei giochi di luce, per superare una buia parentesi di vita appena trascorsa, quella cioè dell’emergenza sanitaria causata della pandemia.
Unico assente, purtroppo, il maestro Pietro Alessandro Trovato, per sopravvenuti problemi personali.
Non è mai semplice percepire le stimolazioni che gli artisti vogliono comunicare al pubblico – ci ha spiegato la Nicotra – ma sono certa che con i loro lavori ci aiuteranno a riflettere e ci permetteranno di entrare nel loro incantevole mondo cosicché queste stesse opere acquistino insegnamenti indelebili.
Molti sono stati, infatti, gli artisti locali che hanno aderito alla manifestazione, con la possibilità di esporre due opere per ciascuno. Il pubblico ha potuto ammirare, quindi, opere di pittura, di notevole fattura – come ha evidenziato ancora Rita Nicotra – e di forte intensità espressiva ma anche fotografie che hanno saputo cogliere attimi significativi e hanno saputo mostrare la vera essenza dei soggetti, rivelando in parte la personalità e l’obiettivo dell’autore ma offrendosi, allo stesso tempo, ad un’interpretazione personale dello spettatore.
A proposito del marchio d’arte, promotore dell’evento, Charm Of Art, è doveroso rendere noto che è nato solo pochi anni fa ma è già molto conosciuto e sta organizzando diverse manifestazioni su tutto il territorio nazionale.
E’ stato chiesto allora al soddisfatto e giovanissimo Santo Cicirò, fondatore del marchio, com’è nato Charm Of Art e con quali obiettivi: “l’idea è nata sotto l’impulso e la passione artistica di un fotografo e di un pittore; il marchio, tutto siciliano, nasce con l’obiettivo di promuovere l’arte non solo qui in Italia ma anche all’estero, offrendo importanti occasioni di crescita a giovani artisti attraverso mostre, collettive e personali, servizi fotografici e eventi artistici di vario genere a cui prestano preziosa collaborazione diverse associazioni culturali, come in questa occasione hanno fatto Viva Voce, l’associazione K-diem e “I love Etna &…”.
La congrua e allegra presenza di pubblico è stata apprezzata anche dal regista Trovato, volto già noto ai cittadini acesi per molti progetti culturali condivisi; Trovato ha espresso tutta la sua gioia nel vedere la cittadinanza molto partecipe, segno, questo, di vita e di speranza necessario dopo il silenzio ed il vuoto percepito, in tempo emergenza sanitaria, quando lui stesso, andando in giro per fare qualche scatto, si è imbattuto in un forte un senso d’angoscia che quel silenzio assordante gli provocava.

Il sindaco Alì con alcune partecipanti

Molto soddisfatti, anche perchè graziati dal tempo avverso dei giorni scorsi, gli artisti, di cui vengono riportati di seguito i nomi, hanno ricevuto dal sindaco Alì una targa ricordo dell’evento: Alfina Castorina, Alfo Lando, Anna Cinzia D’Alessandro, Anna Spinelli, Aurora Motta, Carmen Panettiere, Chiara Coniglione, Concetta Lorenti, Domenico Micalizzi, Emanuela Coniglione, Emanuele Oranges, Francesco Musmarra, Gianni Pennisi,
Giò Giusa, Giusy Zuccarello, Graziella Cannatà, Katya Marchese, Mary Macchi, Massimo Tamajo, Melita Ricceri, Nunzio Patanè, Pina Russo, Rocco Bertè, Serena Lauricella, Simona Impellizzeri, Stefano Ferlito, Vera Pagano.
A causa delle precarie condizioni metereologiche, le opere saranno esposte al pubblico sabato e domenica la mattina e non la sera, come inizialmente annunciato.

Cristiana Zingarino

Print Friendly, PDF & Email