Adam fecit – 14 / L’equinozio di primavera segna l’inizio dell’anno astronomico, ma è pure importante per individuare la domenica di Pasqua

0
118
meridiana
La meridiana di Acireale nella zona della linea equinoziale, tra la "M" e la "E" della parola "Meridiano"

Quando mancano una decina di giorni all’equinozio di primavera, che quest’anno avverrà il 20 marzo, l’ing. Ortolani ci propone una nuova “pillola” di astronomia, non perdendo l’occasione per parlare di meridiane. Nel 1582 il Papa Gregorio XIII riallineò il calendario astronomico con il calendario civile, sopprimendo dieci giorni (dal 5 al 14 ottobre) per recuperare le sei ore in più che la Terra impiega ogni anno nel suo giro intorno al Sole rispetto ai 365 giorni di calendario e che, cumulandosi nel corso dei secoli, avevano creato un notevole sfasamento tra i fenomeni astronomici e l’inizio delle stagioni. Nasceva così il calendario gregoriano (che sostituiva il precedente calendario giuliano). Nel 1700 un altro papa, Clemente XI, fece costruire a Roma una meridiana per potere determinare con esattezza l’inizio della primavera: è la meridiana “Clementina”, che si trova nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, in piazza della Repubblica. Alcune meridiane riportano la cosiddetta “linea equinoziale”, ma non quella di Acireale; però l’ing. Ortolani l’ha già calcolata e ce la propone, come una sorta di sfida.

20 marzo 2023, ore 22,24 (emisfero boreale) equinozio di primavera: questo il risultato di una ricerca in internet. In quell’istante del suo moto di rivoluzione, la Terra avrà un punto dell’equatore col Sole allo zenit, e in tutti i punti che si trovano sullo stesso meridiano, il raggio solare fornirà la relativa latitudine. Nel paese sullo stesso parallelo di Acireale un bastone alto un metro proietterà un’ombra di 77 cm.; e se si trovasse una meridiana, l’ellisse luminosa si troverebbe col suo centro sulla linea che segna l’ equinozio (linea equinoziale).

meridiana
La meridiana di Acireale
Nelle meridiane di Roma e Castiglione la linea equinoziale è già segnata

Nella meridiana della Basilica di S. Maria degli Angeli, a Roma, e in quella della chiesa di S. Pietro, a Castiglione, come in nessun’altra che io conosca, è segnata la linea equinoziale; in esse, nell’istante del mezzogiorno locale, il raggio sarà a nord di tale linea mentre l’indomani si vedrà a sud. Segnando sul pavimento le due posizioni, dalla lettura delle relative distanze dalla linea equinoziale si può determinare l’istante un cui è avvenuto l’equinozio.

Come stabilire la domenica di Pasqua

L’equinozio di primavera segna l’inizio dell’anno astronomico; il Sole, nel suo moto apparente lungo l’eclittica, occupa una posizione nel cielo chiamata “punto gamma”. È importante, per la Chiesa Cattolica, conoscere in questa data la fase lunare, perché la domenica successiva al plenilunio che segue l’equinozio sarà la Pasqua di Resurrezione.

Ad Acireale, e in tutti i paesi sullo stesso meridiano, in quel giorno, in corrispondenza del mezzogiorno locale, l’orologio segnerà le 12,07, per cui bisognerà aspettare oltre dieci ore per l’evento equinoziale.

Nino Ortolani

 

Print Friendly, PDF & Email