Agrigento / Dal 25 al 30 luglio la prima edizione della Summer school dedicata allo sviluppo del turismo culturale

La Summer School è un’idea che nasce dall’Associazione Ricercatori Turismo (Artù)  composta da professionisti del settore. Dal 25 al 30 luglio ad Agrigento, nei locali del Distretto turistico della Valle dei Templi, avranno inizio le attività didattiche che analizzeranno le strategie di valorizzazione del patrimonio culturale territoriale nell’ottica dell’iniziativa pubblica e privata.corretto axono_summerschool

La prima edizione della Summer School  “Destructuring-Restructuring the Cultural Sector. Beni culturali, turismo, gestione manageriale, pubblico e privato: ancora stranieri nella notte?” sarà incentrata sullo sviluppo e la valorizzazione del turismo culturale in grado di soddisfare le esigenze intellettuali, estetiche ed emozionali dei turisti tramite differenti modalità.

L’iniziativa si avvarrà della collaborazione scientifica del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania e con il supporto tecnico del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, del Farm Cultural Park di Favara, del Distretto turistico della Valle dei Templi e di Coopculture; saranno presenti docenti universitari, esperti del turismo, operatori culturali e testimonial.

I partecipanti avranno l’opportunità di visitare il Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, il Farm Cultural Park di Favara, il Museo Diocesano di Agrigento e l’Antiquarium Arturo Petix di Milena.

La quota di iscrizione è di 250 euro e comprende il corso, il materiale didattico, il light lunch dal lunedì al sabato e i vari spostamenti nelle località incluse nel programma. Escluse sono le spese di viaggio, alloggio e cene.

L’adesione è aperta a studenti universitari, laureati, dottori di ricerca, operatori privati e istituzionali delle filiere culturali e turistiche. Coopculture metterà a disposizione dei partecipanti quattro borse di studio.
La domanda di iscrizione dovrà essere inviata entro il 10 luglio.

Michela Abbascià

Print Friendly, PDF & Email