Aperte le sedi dell’ispettorato micologico provinciale di Catania per garantire la commestibilità dei funghi freschi

Nella stagione primaverile – informa una nota dell’ufficio stampa dell’Asp (Azienda sanitaria provinciale) di Catania – è aperto (dal 15 aprile) l’Ispettorato micologico – diretto dalla responsabile Elena Alonzo – che assicura i servizi di esame di commestibilità dei funghi freschi spontanei raccolti da privati ad uso proprio, e di rilascio della certificazione di commestibilità dei funghi freschi spontanei destinati alla vendita al dettaglio, compresi quelli per la ristorazione pubblica e per i ristoranti. Le sedi dell’Ispettorato, dislocate in tutto il territorio provinciale, osserveranno i seguenti orari d’apertura: dal martedì al venerdì dalle 8.00  alle 9.00; tutti i lunedì e i giorni successivi ad un festivo dalle 8 alle 10.
«Attivo dal 2003 – ha ricordato il commissario straordinario dell’Asp etnea Gaetano Sirna – l’ispettorato svolge sul territorio una valida azione finalizzata a tutelare la salute della collettività». Notevoli sono stati i riscontri positivi da parte degli ospedali per i tempestivi interventi effettuati dai micologi aziendali in caso di intossicazioni acute.
Inoltre l’1 aprile è stato riattivato il servizio di reperibilità ospedaliera, che consente un intervento immediato del personale micologo su segnalazione telefonica dei Pronto Soccorso ospedalieri per casi sospetti di avvelenamenti da funghi. A tal proposito si ricorda che, dove possibile, per agevolare il riconoscimento dei funghi responsabili di intossicazione è sempre consigliato  portare con sé i residui di funghi crudi e/o cotti.
I micologi aziendali garantiranno, anche in raccordo con i 58 Comuni della Provincia, il regolare espletamento dell’attività di vigilanza sia sulle vendita di funghi (in occasione di sagre e similari) sia presso i ristoranti.
Nel caso di funghi freschi spontanei raccolti da privati ad uso proprio – si sottolinea nella nota stampa -, l’esame viene effettuato a titolo gratuito. Invece, per ottenere il rilascio della certificazione per i funghi destinati alla vendita e ai ristoranti è necessario il pagamento di 1 euro per chilogrammo con versamento sul conto corrente 49436850 – Asp Catania, specificando la causale “Diritti sanitari ispettorato micologico”. I venditori in possesso di certificato di abilitazione alla vendita, potranno acquistare presso le sedi dell’ispettorato micologico – previo pagamento – blocchetti del valore di 10 e 50 euro. Ogni blocchetto è composto da 10 buoni da utilizzare frazionatamente per il pagamento dei diritti sanitari con notevole risparmio di tempo e semplificazione della procedura.
Si ricorda che ai sensi della vigente normativa nazionale (L. 352/93 e D.P.R. 376/95) e della legge regionale n.3 del 01/02/2006, possono vendere funghi spontanei esclusivamente i  commercianti in possesso di certificato di idoneità alla vendita per le singole specie di funghi, riportate sul certificato – che il commerciante è tenuto a esibire su richiesta dell’acquirente – e tutti i funghi in vendita devono essere preventivamente certificati dai micologi aziendali.
Si raccomanda pertanto ai consumatori di richiedere al venditore l’esibizione del certificato di abilitazione alla vendita e soprattutto di acquistare esclusivamente funghi in possesso della certificazione della Azienda Sanitaria provinciale. Tale certificazione infatti garantisce la commestibilità dei funghi e riporta altresì la data entro la quale gli stessi vanno tassativamente consumati.
Infine – si legge ancora nel comunicato – si comunica che con decreto presidenziale del 4 agosto 2009 (pubblicato su GURS n. 40 del 28/08/2009) sono stati esclusi dalla commercializzazione i funghi a pori rossi Boletus luridus e il Boletus erythtropus, i cosiddetti “mussi i voi”, spesso responsabili di intossicazioni che rendono necessario il ricorso al pronto soccorso ospedaliero se consumati senza seguire le necessarie precauzioni durante la preparazione e la cottura.
Le sedi dell’ispettorato resteranno aperte fino al 30 giugno 2013 per riaprire successivamente, in base alla stagionalità, nel periodo autunnale.

                                           Sedi e orari di apertura al pubblico dal 15 aprile al  30 giugno 2013

                                                                                         Sede centrale Ispettorato

(solo per attività di coordinamento e informazione)

Via Tevere 39, Cerza – S. Gregorio tel 095-2540167/114/190 fax 095/7170179

Mail: antonio.maugeri@aspct.it

 Sportelli Micologici

 

sede ASP Indirizzo Telefono
Unità Operativa Igiene Pubblica Gravina di Catania Catania – via V. Veneto 31 095-2545022/23
Unità Operativa Igiene Pubblica Gravina di Catania Mascalucia – via Regione Siciliana 12 095-7502104
Ufficio Igiene Pubblica Linguaglossa* Linguaglossa via S. Nicola 12 334-6404636 (papa)
Unità Operativa Igiene Pubblica Caltagirone* Caltagirone

Piazza Marconi 2

0933-353065  

0933-353016

334-6404634 (oriente)

* Per le sedi di Caltagirone e Linguaglossa si consiglia di raccordarsi preventivamente con il micologo aziendale per via telefonica.

 

 

Print Friendly, PDF & Email