BIC / Dall’1 settembre, con un mese di manifestazioni si magnifica il genio di Bellini

Al via il Bic o Bellini International Context 2022. Questo contenitore culturale – una sorta di catasto magico – è rappresentabile come un collage dalle velleità storico – letterarie e artistiche. Qui la cultura si riflette a tutto tondo, e si sorseggia con gusto e diletto. Nel verre culturale, per gli intenditori tout court, la genesi degli archi può venerarsi nelle variegate forme della cultura liquida del passato.

Ivi si può degustare il fascino emanato da luoghi miscelati al sapore del sapere: radice aromatica derivante dai tralci di autentica vite d’arte siciliana, con particolare predilezione per la peculiare cultura catanese.

Il Bic è una promessa già avverata, che metterà in scena un intero mese: settembre, con affascinanti eventi dai sentori retrò! Momenti dedicati alla sacra scienza, arte e musica. Le muse care agli artisti decantano già le lodi dell’estro e della grazia.

Doppia veste al BIC  di Fabrizio Maria Carminati

Il direttore artistico del Bellini International context, Fabrizio Maria Carminati – direttore d’orchestra di rilievo internazionale nel declinare gli appuntamenti, si cala nella parte di coinvolgente prosatore della kermesse artistico-musicale. Nonostante una carriera lunga 40 anni, Carminati veste ancora l’habitus di semplice esecutore del bel canto e della musica. Per lui gli eventi in calendario a settembre rappresentano un modo per far uscire dalle soffitte e dagli spartiti l’orchestrazione di autori senza tempo.

Fabrizio Maria Carminato
Fabrizio Maria Carminati nella duplice veste di direttore artistico e direttore d’orchestra

Creatori e interpreti di mirabilia che si sommano alle magnificenze della storia in genere e della cronaca musicale in particolare. L’intesa ragionata e superbamente imbastita o all’uopo orchestrata riguarda non solo la scelta dei concerti e delle iniziative programmate – afferma Carminati – ma anche il coinvolgimento delle realtà siciliane sia regionali che locali.

Contesti di beni immateriali da una parte e tangibili e strutturati dall’altra, per intrattenersi all’unisono con un unico linguaggio, quello coreutico, musicale e artistico in generalia. Bellini è al centro degli eventi calendarizzati, ma si celebreranno altri autori cari alla terra isolana e peninsulare. Personalità che hanno dato lustro alle forme artistiche da solennizzare oggi e nel futuro. Si tratta circa di 30 eventi, quasi uno al giorno per l’intero mese di settembre

Gianna Fratta, project manager del BIC

La project manager Gianna Fratta, – direttrice d’orchestra di chiara fama – celebra Vincenzo Bellini, quale genius loci di Sicilia. Il “florilegio artistico – musicale” del Bic mira a creare voluti fermenti culturali – asserisce Fratta. Intende far dialogare il territorio e le varie location catanesi prescelte per celebrare, in forma itinerante, il genio belliniano avviluppato a vari filoni artistici.

Gianna Fratta
Gianna Fratta, proiect manager e direttrice d’orchestra

Così, sarà possibile coniugare la danza, l’iniziativa concertistica, unitamente a manifestazioni legate a pensati aperitivi scientifici, proposti con cadenza ogni giovedì di settembre. O ancora sarà possibile frequentare le mostre e le sale dove saranno proiettate le proposte filmiche sempre correlate al tema belliniano.

Il tutto per “contextualizzare” un format innovativo, accattivante! Dare vita a un prodotto culturale inedito, in grado di intercettare  nuovo pubblico e in particolare attirarne uno di giovani, destagionalizzando anche le aspettative turistiche. Altra idea dialogante è quella della rete dei soggetti attuatori dell’iniziativa per segnalare specificamente i singoli segmenti artistici.


Luisa Trovato


                                         Palinsesto del BIC

Questo il palinsesto della rassegna artistica in calendario relativa al settembre belliniano e alle location catanesi.

Si parte con il gala belliniano inaugurale: Il pirata e I puritani – Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini, direttrice Beatrice Venezi, solisti il soprano Vittoria Yeo e il tenore Giorgio Berrugi (1 settembre, ore 21, Villa Bellini).

  • In breve si rammenta che, sempre alla Villa Bellini, va in scena: Sicilia: Suggestioni da Bellini, Pirandello, Verga; La Giara; Cavalleria rusticana (16/09/2022); Vaga la luna che inargenti (18/09/2022); Bellini Black Comedy (21/09/2022); segue Bellini & Friends (24/09/2022); Bellini Reloaded (28/09/2022) e Bellini & Wagner (30/09/2022).

A seguire, i volteggi della bacchetta si fermano su Palazzo della Cultura, ex Platamone, per proporre nel planning: Arie da Camera (5/09/2022); Vincenzo, la zampogna e malmaritata (6/09/2022); Gaetano Donizetti – Rita (opera comica in un atto su libretto di Gustave Vaëz -7/09/2022);

Altri eventi in programma, sempre al Palazzo della Cultura

Bellini al Cinema (9-10-11/09/2022); Arie d’opera (12/09/2022); Bellini nella musica delle carrozze (19/09/2022); Omaggio dei compositori di Sicilia a Bellini (20/09/2022).
In direzione di Via San Giuliano di Catania, si sosta poi al Teatro Sangiorgi, dove va in scena, secondo la programmazione dell’aperitivo culturale, ogni giovedì: Un Bellini, s’il vous plaît! (8,15, 22, 29 /09/2022);

  • Altre programmazioni: Bellini Blak Comedy (21/09/2022); Recital (27/09/2022).
  • L’itinerario musicale si fermerà in altre location con importanti proposte artistiche. Infatti, il viaggio musicale, in onore al BIC, sosta ancora al Duomo di Sant’Agata, dove si celebrerà la Santa Messa, a memoria del 187° anniversario della morte di Vincenzo Bellini (23/09/2022), seguita dall’evento: “Tecum Principium” e “Salve Reginain La maggiore (1 ottobre 2022).
  • Il viaggio artistico continua altresì al Teatro Massimo Bellini, dove si inscena la tragedia lirica, in due atti su libretto di Felice Romani: “I Capuleti e i Montecchi” (tragedia degli infelici amanti di Verona). Titolo salutato con successo da pubblico e critica fin dalla prima assunta datata 11 marzo 1830 alla Fenice di Venezia – (23/09  e replica il 25/09/2022).
  • Sempre al Teatro Bellini si rappresenta poi “Bellini e Donizetti: 1827 – 1835. Gran Gala Lirico” (26/09/2022) e dulcis in fundo, per le rappresentazioni al teatro, è in calendario: “DiNcAnTo – passi sull’opera belliniana, spettacolo di danza e musica – (2 Ottobre 2022).

Il BIC anche al  Castello Ursino

  • Infine, altra location catanese eletta per le rappresentazioni del BIC è il Castello Ursino, mentre l’opera prescelta s’intitola: Vincenzo e la Luna, in cartellone il 27/09/22.

L’elenco delle iniziative sia da sprone per volgere l’attenzione al cartellone del Bellini International Context, reale offerta di pregio culturale, partecipata da “stelle di prima grandezza”.

Si rammenta, infine, che hanno collaborato alla progettualità siglata BIC numerosi enti sia del governo regionale che locale. Hanno operato in sinergia Comune e Arcidiocesi di Catania e Comune di Taormina. Si ricordano poi le istituzioni teatrali e culturali: Teatro Massimo Bellini di Catania, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Con la partecipazione di Università degli Studi di Catania, Fondazione orchestra sinfonica siciliana, Fondazione Taormina Arte Sicilia, Istituto superiore di studi musicali “Vincenzo Bellini” di Catania, Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina e Musicalmente a Librino.
Dunque, occhio al BIC!

 

Print Friendly, PDF & Email