Calcio Catania / Finisce a reti inviolate il match contro la Reggina

“Noi, Voi e la Maglia” un messaggio forte arriva dalla curva Nord del “Massimino” ai ragazzi di Mister Lucarelli. Pace fatta tra i tifosi e la squadra che ha dato il massimo in campo contro la capolista Reggina, match valevole per la 26esima giornata del campionato del girone C di serie C. La gara è stata arbitrata da Ermanno Feliciani di Teramo (Gabriele Nuzzi di Valdarno e Dario Garzelli di Livorno).

Primo sussulto per i rossazzurri dopo soli 2 minuti con Guarna che devia la palla chiamato in causa da un  tiro dalla distanza di Vicente che finisce sulla traversa. Al 21’ ancora in avanti il Catania.  Non brilla di idee il primo tempo degli amaranto che, al 40’ recriminano un presunto calcio di rigore per un fallo di mano in area su cross di Sounas. Si chiude a reti inviolate il primo tempo.

Nella ripresa il Catania tenta di violare senza successo la porta degli amaranto, gli uomini di Toscano resistono alla pressione degli etnei e con i nuovi innesti tenta di dare verve al suo gruppo.

L’arbitro su diversi episodi fallosi lascia correre un po’ troppo, il risultato è all’87’ doppia espulsione: se ne vanno Gasparetto e Rizzo.  La partita finisce al 94’. Una gara senza tante emozioni: bene il Catania nel primo tempo, meglio la Reggina nel secondo. Pareggio giusto.

Tweet 20