Caltagirone / Con il “Gran Galà” si parlerà di cultura e legalità

Dopo il successo a Taormina lo scorso settembre, ritorna il Gran Galà della Cultura e Legalità a Caltagirone dal 27 aprile al 7 maggio e con uno speciale il 27 maggio.
Otto giornate all’insegna della lotta alla criminalità organizzata e minorile. E degli orientamenti legislativi, giurisprudenziali contro la violenza di genere, abusi sui minori e separazioni.
Inoltre – specifica una nota stampa – verranno affrontati temi sulla medicina e telemedicina e i vuoti normativi, sulla cultura e sull’ambiente. Anche sulla sostenibilità e la tecnologia, per indirizzare i giovani verso scelte consapevoli per il proprio futuro.

Prevenzione, formazione e progettualità, sono gli obiettivi imprescindibili del Gran Galà. Il sindaco Fabio Roccuzzo, la Giunta e il vescovo monsignor Calogero Peri e tutta la Diocesi, li hanno accolti, mostrando sensibilità, apertura e attenzione verso tematiche di interesse collettivo e che mirano a trattenere i giovani sul territorio.
Gli eventi si svolgeranno al Cine-Teatro Politeama e nella Sala Mario Scelba del sontuoso Palazzo di Città.

Magistrati, docenti universitari, avvocati, medici, scienziati, politici, saranno pronti a condividere esperienze e sapere non solo con gli studenti. Anche con le associazioni del territorio e con la cittadinanza per individuare i giusti percorsi per la prevenzione alla criminalità e alla violenza di genere. Per la valorizzazione del territorio e per l’utilizzo della tecnologia in funzione della medicina, dell’ambiente e dello spazio.

Scala di Caltagirone
La pittoresca scala di santa Maria del Monte

Personaggi di spicco al Gran Galà della cultura e della legalità

La presenza di donne e uomini della politica sarà fondamentale per cogliere proposte tecniche e pratiche sulle quali progettare per il bene comune. Non mancheranno momenti culturali riguardo la storia delle origini dello statuto siciliano e dei beni culturali.

Tutte le giornate saranno caratterizzate da personaggi molto noti ai media. Ecco alcuni dei nomi altisonanti come Nicola Gratteri, Nino Di Matteo, Roberto Scarpinato, Claudio Fava, Roberto Di Bella, Giulio Francese, Roberto Gueli. E ancora, il Prefetto di Catania Maria Carmela Librizzi, Concetta Grillo, consigliera del CSM, Sabrina Gambino, procuratore di Siracusa, Giuseppe Verzera procuratore di Caltagirone e molti altri ancora.

Sul tema famiglia e separazione il noto avvocato Gian Ettore Gassani, presidente nazionale A.M.I. e la presidente nazionale Fidapa BPW Fiammetta Perrone. Per Telemedicina, ricerca e innovazione in campo medico il prof. Pierfrancesco Veroux dell’ UNICT e il dott. Guerino Carnevale, presidente regionale SIT. E anche  il prof. Igo La Mantia, presidente dell’Ordine dei medici di Catania, su delega del presidente nazionale.
Sul tema dell’ ambiente e cambiamenti climatici e tecnologie emergenti, i professori dell’UNICT Carlo Colloca, Dipartimento di Scienze politiche e Antonio Terrasi, Giuseppe Falci, Dipartimento di Fisica e Astrofisica. Con l’intervento del Rettore UNICT prof. Francesco Priolo.

Per il settore cultura, Nuccio Carrara presenterà il suo libro Orgoglio Siciliano. Sul tema dei Beni culturali e Turismo specializzato, interverranno il dott. Rosario Santanastasio , presidente Archeoclub d’Italia,  il Generale Roberto Riccardi del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, l’on. Enzo Bianco presidente del consiglio ANCI, il sostituto procuratore Fabio Salvatore Platania presso il tribunale di Catania, l’assessore regionale ai beni culturali Alberto Samonà e altri ospiti di eccellenza.

 

Print Friendly, PDF & Email