Catania Calcio/ Il Livorno batte il Catania 4-2 al “Picchi”

CataniaIl Livorno batte il Catania 4-2 al “Picchi”, portando a casa l’intera posta in palio dopo un match rocambolesco e ricco di emozioni. Gli amaranto conquistano infatti tre punti importantissimi, pur avendo rischiato la sconfitta fino a tredici minuti dal novantesimo. Sannino cambia modulo a causa delle pesanti assenze in organico e passa al 3-5-2, affidandosi ancora al duo d’attacco formato da Cani e Calaiò. Gautieri propone invece il 4-3-3 e manda in campo l’ex capitano rossazzurro Biagianti in mediana, con Jelenic, Vantaggio e Cutolo a comporre il tridente. Il Catania parte subito alla ricerca del goal, ma i padroni di casa riescono a respingere colpo su colpo.

All’8′ arriva l’1-0 del Livorno siglato in tuffo da Jelenic, bravo a ribattere in rete un pallone finito sul palo su colpo di testa di Moscati. I toscani prendono coraggio ma non trovano lo spunto per il raddoppio, così al 17′ è il Catania ad andare vicinissimo al pareggio con Cani, fermato in modo dubbio da Gemiti a pochi passi dalla porta avversaria.

I toscani insistono ma nel momento migliore degli amaranto arriva l’1-1 del Catania, che segna al 35′ con Chrapek, bravo a risolvere una mischia scaricando il pallone in porta. Gli uomini di Gautieri non si perdono d’animo e riprendono ad attaccare, sfiorando il nuovo vantaggio in ben due occasioni, prima con Vantaggiato e poi con Biagianti. Si va così negli spogliatoi in parità, ma al rientro il Catania si mostra più pimpante del Livorno. Gli etnei falliscono infatti il sorpasso in ben due occasioni, prima con Jankovic e poi con Cani.

Lo stesso attaccante albanese però si fa perdonare poco dopo, procurando il rigore realizzato da Calaiò, che segna l’1-2 al 55′. La partita sembra spegnersi e gli ospiti tentano di chiuderla, senza però cogliere la stoccata decisiva.

La scossa arriva al 77′ con il pareggio del Livorno, che segna con un tiro dalla distanza di Jefferson valutato malissimo da Frison. Il Catania accusa il colpo e i toscani ne approfittano per mettere gli etnei ancora in crisi.

Passano infatti solo due minuti e al 79′ il Livorno sigla il 3-2, grazie ad un bel tiro a giro di Galabinov. Il Catania crolla e i padroni di casa continuano ad attaccare, trovando anche il 4-2 con Siligardi all’88’. Finisce così, con la squadra di Gautieri che sale al terzo posto con 29 punti e il Catania che resta fermo a quota 20.

Tweet 20