Concerti / Jazz e bossa nova con Paolo Anile e Ciccio Sciotto il 30 settembre a Catania

Standard jazz e bossa nova per “Canzoni”, con  Paolo Anile e Ciccio Sciotto duo jazz, il concerto che domani 30 settembre,  alle ore 20, andrà in scena in zona Castello Ursino, nel giardino della Biblioteca Navarria Crifòvia Naumachia 18/a – Catania.
La serata vedrà anche la partecipazione del maestro Paolo Sciacca, chitarrista e docente di strumento musicale. Il concerto – informa una nota stampa – è a ingresso gratuito con sottoscrizione volontaria.

Duo jazz Anile – Sciotto

Paolo Anile nasce a Catania nel 1973. Inizia a studiare Sassofono nel 1990, per diversi anni da autodidatta ed in seguito sotto la guida del maestro Carlo Cattano. Si dedica da subito alla musica Jazz. Dal 1991 ha diverse esperienze musicali, in piccole formazioni quasi sempre in ambito jazzistico. La prima di tutte insieme a Francesco Sciotto con cui dopo tanti anni si ritrova in questa più ristretta formazione.

Nel 2004 entra a far parte dell’Orchestra “Lab P.S.L.” (diretta da Carlo Cattano e Antonio Moncada) con cui, nel 2005, registra il CD “Oltre il Muro”. Dal 2009 entra a far parte, suonando sax tenore e soprano, della “CESM Jazz Orchestra”, diretta da Paolo Sorge, con cui effettua diversi concerti.
Nel corso degli anni studia armonia musicale con il maestro Paolo Sorge. E partecipa a diversi Seminari musicali con Keith Tippett (con cui suona in concerto in Orchestra sotto la sua direzione nel 2009), Stefano Bollani, Salvatore Bonafede, Roberto Gatto, Kenny Werner, Seamus Blake, Maurizio Giammarco, Rosario Giuliani, Massimo Faraò, Max Ionata, Stjepko Gut, Cinzia Gizzi, Marco Panascia e altri.Anile e Sciotto

Francesco Sciotto suona il basso a partire dai primi anni novanta in diverse formazioni, prima a Catania, poi a Roma. Da qualche anno studia la chitarra con i maestri Alessandro Venza e Antonello Giliberto. Ha cantato con alcuni cori di musica popolare.

In caso di condizioni meteo avverse, il concerto si terrà regolarmente allo stesso orario nella sala principale della Biblioteca con ingresso sempre da via Naumachia 18/a.

 

Print Friendly, PDF & Email