Conferenza / L’ambasciatore Benassi e il giornalista Valentino si confrontano sul ruolo dell’Ue di fronte ai conflitti in corso

0
81
Paolo Valentino e Piero Benassi

“L’Europa ci chiede”! Ma come fa a chiedere se l’Europa siamo noi? Bisognerebbe definire chi siamo e cosa vogliamo da questa grande comunità della quale come Italia siamo tra i sei fondatori. Siamo la terza economia e la seconda nazione più industrializzata. Da questo si può dedurre che è solo populismo usare l’espressione L’Europa ci chiede. Ricordando anche che la nascita della Comunità Europea ha contribuito a stabilizzare una pace tra nazioni tra loro belligeranti nei secoli scorsi, come la storia ci insegna. L’Unione Europea il più grande progetto della storia di prevenzione dei conflitti, ha assicurato decenni di pace. L’Unione Europea che oggi è chiamata a fare scelte e dotarsi di strumenti e politiche capaci di renderla sempre più autonoma, vista l’incertezza che si prospetta nello scenario internazionale. Scelte che servono a compiere un salto di qualità oramai non più demandabili.

L’Isis è tornata, anzi sembra che non sia mai andata via.
Dopo l’attentato dell’Isis nella sala concerti a Mosca, che ha comportato la morte di più di 137 persone ed un alto numero di feriti, circa 180, tra una folla di circa 6 mila partecipanti ad un concerto, è altissima la tensione nell’Unione Europea e nel mondo. Due guerre feroci dietro le nostre porte e insieme la netta convinzione che nessuno sappia come far prevalere la politica del dialogo. Oppure come trovare il compromesso per bloccare le guerre che mietono morte e distruzione.

Valentino, Benassi, Patanè, Barbagallo
Da sin. Paolo Valentino, Piero Benassi, Michelangelo Patanè e il sindaco Roberto Barbagallo
Benassi e Valentino sul ruolo dell’Ue nei conflitti in corso

Il ruolo delle potenze economiche e militari, quello dell’Europa e dell’Italia nel contesto economico e politico fragilissimo in cui versa l’attuale situazione internazionale è stato oggetto del confronto tra due ospiti di eccezione: l’ambasciatore Piero Benassi e uno dei più grandi giornalisti italiani, Paolo Valentino. Hanno dialogato sul tema sabato 23 marzo ad Acireale all’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici nella prestigiosa sala Cristoforo Cosentini. Ha introdotto il dibattito il nostro vescovo Antonino Raspanti.

Piero Benassi è uno dei più prestigiosi diplomatici italiani. Già ambasciatore in Tunisia e in Germania, consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio, dal 2021 al 2023, rappresentante permanente dell’Italia presso l’Unione Europea. Il Presidente Mattarella lo ha insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica. E’ docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore ed editorialista di La Repubblica.

Giornalista Paolo Valentino e ambasciatore Piero Benassi
Il giornalista Paolo Valentino e l’ambasciatore Piero Benassi

Paolo Valentino è giornalista, corrispondente diplomatico al Corriere della Sera dal 1984. E’ stato corrispondente da Bruxelles, Mosca, Berlino, Washington, raccontando i più grandi eventi degli ultimi trent’anni. Cioè la caduta dell’URSS, la fine di Helmut Kohl e i governi rosso-verdi in Germania, l’elezione di Barack Obama alla Casa Bianca.

Molto partecipata la conferenza di Benassi e Valentino sul ruolo dell’Ue

La conferenza è stata molto partecipata da un pubblico veramente attento ed interessato. Ha fatto capire che l’argomento trattato era di grande attualità e d’interesse. E anche di forte apprensione dopo l’attacco alla Crocus City Hall di Krasnogorsk, nella periferia nord di Mosca, rivendicato dall’Isis.

Il presidente dell’Accademia Michelangelo Patanè ha presentato gli ospiti della serata, il giornalista Valentino e l’ambasciatore  Benassi, precisando come il tema della conversazione della serata fosse quanto mai attuale e drammaticamente importante a seguito dei fatti accaduti e delle guerre che incombono e che ci interessano in modo più o meno direttamente. Mette a nudo come oggi, dopo circa 50 anni di pace in Europa, ci stiamo trovando davanti a scenari sempre più belligeranti ed egemonici.

Il sindaco Roberto Barbagallo, ringraziando gli ospiti, ha manifestato l’ ansia  provata dopo i fatti di Mosca, chiedendosi quali possibili scenari potevano aprirsi a seguito dell’accaduto.

Apprezzamento del vescovo Raspanti sul confronto
di Benassi e Valentino sull’Ue

Il vescovo della Diocesi di Acireale Antonino Raspanti, porgendo i saluti agli intervenuti e ai relatori, ha ringraziato per la sinergia trovata tra Comune e Regione per il folto calendario di eventi culturali proposti nel programma  del “Mese della cultura- Marzo 2024” e per l’attualità dei temi affrontati da Benassi e Valentino

E’ stato poi Benassi, provocato dalle domande di Valentino, a dare intelligibilità al ruolo dell’Europa in tema di sicurezza, di politica estera, di politica economica e sociale e di politica delle immigrazioni e delle innovazioni tecnologiche.
La comunità internazionale tutta è attenta a quanto la politica dell’Europa sia volta all’estinzione delle guerre. E ad una grande attenzione ai negoziati che essa può proporre alle parti belligeranti.

                                       Giuseppe Lagona

 

Print Friendly, PDF & Email