Cultura / Etnabook, festival del libro dal 25 al 27 a Catania. E domani un autobus – libreria itinerante

Si sono appena concluse diverse manifestazioni artistiche, nell’ambito della rassegna estiva proposta dal Comune di Catania, ma l’autunno ci riserva ancora ricche soprese all’insegna della cultura. Dal 25 al 27 settembre, infatti, come già precedentemente segnalato, presso il Palazzo della Cultura di Catania prenderà vita la seconda edizione di Etnabook, Festival Internazionale del Libro e della Cultura, coorganizzato con il Comune etneo.
Una tre giorni ricca di eventi che, grazie al lavoro incessante della direzione organizzativa e del presidente del comitato scientifico Salvatore Massimo Fazio, avranno inizio la mattina e termineranno la sera, così come preannuncia il carico programma presentato in occasione della conferenza stampa che si è svolta alla presenza dell’assessore alla Cultura e Politiche scolastiche, dott.ssa Barbara Mirabella e del presidente di Etnabook, dott. Cirino Cristaldi.
Varie le novità già annunciate con precedenti comunicati, quali la sezione Etnakids, curata da Matilde Leonforte e che avrà come protagonisti eventi ludici per imparare l’inglese e anche incontri con la Scuola del Fumetto di Palermo e gli appuntamenti a cura di Catania Book Party, un’idea di Valentina Carmen Chisari con ospite lo scrittore Massimo Baraldi.
L’organizzazione rivela ancora, tramite una nota stampa, un Book Carpet tutto letterario, dedicato alla tematica del festival: Le Metamorfosi – Evoluzione e Rivoluzione ma anche un altro protagonista indiscusso dell’evento, ovvero l’Autobooks, uno speciale bus messo a disposizione dall’Assessorato alla Cultura e da AMT Catania, tutto colorato e ricco di scaffali con libri e riviste da consultare e aforismi appesi al posto di locandine.

Barbara Mirabella e Cirino Cristaldi

Sabato 19, dunque, su questa libreria itinerante e accessibile a tutti perché luogo di cultura mobile e gratuita, collocata nella storica e bellissima piazza Università, a partire dalle ore 18, si presenteranno al pubblico quattro
autori locali, attraverso incontri incrociati, introdotti dalle instancabili: Simona Zagarella e Federica Duello.
Durante la rassegna non mancheranno anche interessanti eventi collaterali quali un laboratorio di Yoga a cura di Giorgia Landolfo dal titolo “Medita, Scrivi, Trasformati” (partecipazione gratuita) e un incontro in collaborazione con la CGIL di Catania con il prof. Salvatore Adorno e l’autore Andrea Micciché; inoltre, anche quest’anno ci sarà lo Spazio Editori dove, tutti i giorni, le case editrici aderenti (Lekton Edizioni, Edizioni Il Tricheco, Emil Edizioni e Akkuaria Edizioni) avranno la possibilità di dialogare con il pubblico e far conoscere le loro realtà editoriali.
Per quanto riguarda il Premio Letterario “Cultura sotto il vulcano, che si svolgerà durante la serata di apertura del 25 settembre, alle ore 21, presso la Corte del Palazzo della Cultura di Catania, è prevista la premiazione delle prime due sezioni di cui si riporta, di seguito, l’elenco dei finalisti:
FINALISTI SEZIONE A – POESIA (in ordine alfabetico):
Francesco Cusa (L’isolamento; La morte), Bartolomeo Errera (Se le nuvole non avessero il cielo), Samuele Fazio (Zero), Gabriella Grasso (Ti aspetto qui), Elisabetta Liberatore (Ti racconto un giorno d’estate), Valeria Mazzeo (Il barcone di Caronte), Giuseppe Schembari (A conti fatti; Scivolo in un nonsense), Giuseppe Venticinque (L’altro me stesso).

 FINALISTI SEZIONE B – NARRATIVA/SAGGIO (in ordine alfabetico):
Marta Aiello (Stranieri a casa loro, Robin Edizioni), Giampaolo Cassitta (Domani è un altro giorno, Arkadia Editore), Danilo Mauro Castiglione (Considerazioni, Algra Editore), Luciano Varnadi Ceriello (Il segreto di Marlene, Armando Curcio Editore), Massimo Cracco (Senza, Autori Riuniti), Maurizio Mattiuzza (La malaluna, Solferino), Giuseppina Mellace (I dimenticati di Mussolini, Newton Compton Editori), Marco Pappalardo (Diaro [quasi segreto] di un prof., Edizioni San Paolo), Marinette Pendola (Lunga è la notte, Arkadia Editore), Gianfranco Sorge (Perturbanti Congiungimenti, GOWARE).
Ad essere premiati, durante la serata, non solo i vincitori del concorso letterario, ma anche personaggi del mondo giornalistico, artistico e letterario che si sono distinti per il loro impegno nella cultura, come Antonio Caprarica, Barbara Tabita, Mario Incudine, Leonardo Lodato, Andrea Pitrolino, Giovanni Di Stefano, Fabiola Foti, Gianni Nicola Caracoglia, Fernando Massimo Adonia, Daniele Lo Porto e Luca Vullo.
Domenica 27 settembre alle ore 20, presso l’auditorium Concetto Marchesi del Palazzo della Cultura, completerà l’evento la proclamazione dei vincitori del concorso dedicato ai booktrailer, una sezione interamente consacrata alla trasposizione cinematografica di opere letterarie organizzata in collaborazione con l’Associazione Dirty Dozen, e i vincitori della sezione C (Un libro in una pagina) del Premio Letterario Etnabook – Cultura sotto il vulcano. Di seguito ancora  l’elenco dei finalisti:

 FINALISTI SEZIONE C – UN LIBRO IN UNA PAGINA (in ordine alfabetico):
Paola Sabrina Baia (Buttafuoco), Morgana Chittari (Cinquecento), Danilo De Luca (A proposito del prof. Baldini), Massimo Rapisarda (Non c’è verso), Gianfranco Sorge (Codice blu).

FINALISTI SEZIONE BOOKTRAILER (in ordine alfabetico):
Giordano Bruno – Scintille d’infinito (Di Renzo Editore) di Guido Del Giudice e regia di Giuseppe Barbato; Il Gatto Geremia (Algra Editore) di Alessio Grillo; Il segreto di Don Ciccio (Bonfirraro Editore) di Angela SoraceVideoproduzioni The CreKer; Ritmo binario – Il cratere Dostoevskij (Lekton Edizioni) di Raffaele Montesano, regia di Giovanni Botticella e Raffaele Montesano; Tutto in un giorno (Carthago Edizioni) di Annarita Schiavone e regia di Salvatore Bonaffini; Un viaggio chiamato psicoterapia (CTL Editore) di Alessandra Parentela e Michela Longo, regia Fiorella Di Mauro

Cristiana Zingarino

Print Friendly, PDF & Email