Diocesi / Giovanni Vecchio, nuovo direttore dell’Ufficio Cultura: “Operiamo in fraternità e sinodalità”

Si è insediato nel mese scorso il prof. Giovanni Vecchio, già dirigente scolastico del Liceo Scientifico “Archimede”, quale nuovo direttore

Il prof. Giovanni Vecchio
Il prof. Giovanni Vecchio

dell’Ufficio  per la Pastorale della Cultura della Diocesi di Acireale, nominato dal vescovo Mons. Antonino Raspanti. Egli sostituisce l’ing. Giuseppe Rossi il quale per oltre nove anni ha diretto l’Ufficio. Il neo-direttore in una comunicazione ufficiale ha scritto, tra l’altro, di assumere l’impegno con l’intento di “operare in fraternità e sinodalità cercando di essere presente nel dialogo tra credenti e non credenti, di dialogare e testimoniare l’identità cristiana in modo ‘aperto’ nel momento storico in cui sono presenti le sfide della multiculturalità, della secolarizzazione e della finanziarizzazione dell’economia, che reclama il recupero di un ethos”. Il prof. Vecchio  ha dichiarato la sua disponibilità a partecipare agli eventi culturali promossi nell’intero  territorio diocesano ed è stato già presente in diversi incontri svoltisi a Giarre, Acireale e Fiumefreddo. Inoltre sta svolgendo un corso di nove lezioni su”la Sicilia orientale e l’Unità d’Italia” nell’ambito delle attività formative dell’Università Popolare “Giuseppe Cristaldi” di Acireale, nel quale sta focalizzando gli eventi politici, sociali e religiosi del territorio diocesano in quel periodo storico. Proprio oggi il prof. Vecchio conduce la presentazione dei nn. 45 e 46 della rivista “Bioetica e Cultura” sulla tematica della guerra e dell’etica che non c’è , nell’aula magna del Liceo Scientifico “Archimede” di Acireale. Per i prossimi mesi sono  stati fissati alcuni appuntamenti importanti, tra i quali per il momento si segnalano  quelli per i quali c’è una data certa: il prossimo 3 aprile su”Finanziarizzazione dell’economia e sue patologie civili. Per un’economia di comunione”, relazionerà il prof. Luigino Bruni, economista, professore ordinario dell’Università di Roma Lumsa, in collaborazione con il MEIC e l’Azione Cattolica; il 6 maggio il prof. Giuseppe Savagnone si rivolgerà a docenti, educatori in genere e genitori su “Educare oggi alle virtù”,  evento  che sarà attuat in collaborazione con l’équipe della pastorale scolastica; il 9 giugno il prof. Ettore Mariani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano terrà una relazione su “”Il laico cristiano a 50 anni dal Concilio Vaticano II. L’eredità di Giuseppe Lazzati”. Nell’occasione sarà presentato dai curatori dr. Salvatore Leonardi e ing. Giuseppe Rossi il volume “Mario Cortellese: un laico cristiano al servizio del bene comune”, che raccoglie gli atti del convegno svoltosi ad Acireale nell’ottobre 2012. La manifestazione  sarà attuata in collaborazione con l’EAS-Centro di Cultura per lo Sviluppo. Il prof. Vecchio ha espresso il proposito di interagire con l’Ufficio delle Comunicazioni Sociali e  quello dei Beni Culturali ecclesiastici e arte sacra.

   N. C.

Print Friendly, PDF & Email